Sport in riva al Mare: 4 attività da provare per tenersi in forma anche d’Estate

03/08/2022

Le palestre chiudono per ferie. La prova costume è ormai rimandata. Fa tanto caldo. Nessuna di queste è una buona scusa per appendere la scarpe (da ginnastica) al chiodo. Scopriamo insieme 4 attività da fare in riva al mare e come organizzarsi...

Sport in riva al Mare: 4 attività da provare per tenersi in forma anche d’Estate

Complice il grande caldo e la necessità di praticare sport in spazi aperti durante i lockdown, l’estate 2022 sta facendo segnare un trend nuovo rispetto allo sport. Sono moltissimi gli istruttori, i personal trainer ed i semplici appassionati, che si danno appuntamento in spiaggia per un’oretta di sport all’alba o al tramonto, prima o dopo la giornata di lavoro.
Il litorale laziale soprattutto, tra le pinete e le spiagge, fa notare un fenomeno in forte aumento da questo punto di vista.

pilates spiaggia

Yoga e Pilates in Riva al Mare

Le due attività più praticate in spiaggia sono sicuramente lo yoga ed il pilates. Prevalentemente perché non necessitano di particolari attrezzature per essere svolte, e in secondo luogo per l’importanza della predisposizione emotiva durante la pratica che ben si abbina al mondo del mare.  Entrambe le attività richiedono una sintonizzazione particolare sui bisogni non espressi del corpo seppure con delle differenze sostanziali tra loro.
Lo yoga ed il pilates si differenziano perché se il primo mette in risalto la necessità di creare un equilibrio tra mente e corpo, il secondo si concentra molto di più sull’aspetto muscolare e la stabilità della colonna vertebrale. Per svolgere pilates o yoga in spiaggia servono di base un tappetino, degli elastici da fitness, se la richiede l’istruttrice una fitball e poco altro.

Social e Gruppi WhatsApp per organizzarsi

gruppi whatsapp

Per creare questi gruppi di allenamento ormai gli istruttori ed i personal trainer sono organizzati in modo social; esistono tantissimi gruppi di Facebook divisi per zona, attraverso cui ci si può prenotare per il giorno e l’orario di allenamento desiderato. L’organizzatore solitamente al raggiungimento del numero minimo richiesto per far partire il gruppo, chiude la possibilità di prenotarsi oltre la giornata selezionata e manda privatamente l’appuntamento ai partecipanti. In questo modo l’organizzazione è semplice sia per chi impartisce la lezione, sia per chi deve seguirla.
Meno amata, ma forse anche più comoda, è l’organizzazione che avviene attraverso whatsapp. La celebre applicazione di messaggistica istantanea permette di creare gruppi chiusi a seconda di chi ha richiesto di essere informato sulle diverse attività proposte. Di solito il gruppo parte dall’istruttore, che inserisce i suoi seguaci più fedeli, e man mano che l’attività prende piede si aggiungono i famosi “amici degli amici“.
Un consiglio a chi gestisce questi gruppi per evitare di perdere seguito a causa delle odiate notifiche continue: impostare l’opzione che impedisce ai partecipanti al gruppo di rispondere e permette invece solo all’amministratore di postare messaggi, in questo modo verranno inviati solo i programmi e gli orari, compresi di appuntamento, e le conferme potranno essere inviate privatamente all’organizzatore, senza dover far diventare il gruppo whatsapp un centro smistamento messaggi che rende poi anche difficile ritrovare l’unica informazione importante in cronologia, ovvero orario, giorno e luogo dell’appuntamento.

Running e Camminata Veloce

camminata veloce

Un’altra tendenza sportiva sviluppata in modo prepotente tra la primavera e l’estate è quella che vede protagonisti il running e la camminata veloce tra pinete e spiagge. In questo caso la particolarità sta nella mancanza di una vera e propria figura da “istruttore” che in generale viene sostituita da un gruppo di podisti o semplici gruppi di persone che cercano un modo salutare e alternativo per trascorrere un tempo di qualità conoscendo magari nuove persone. Il fit walking, meglio conosciuto come camminata veloce, è un movimento spontaneo, che tutti possono praticare, particolarmente indicato per le persone non più giovani che vogliono mantenere peso forma e attività cardiocircolatoria sotto controllo. La camminata veloce solitamente viene fatta senza nessun tipo di aspetto agonistico, ultimamente però, intorno al fit walking, così come intorno al running, si sono creati dei gruppi di appassionati che attraverso le app monitorano progressi, percorsi e “sfide” tra chi lo pratica in tutta Italia.
Alcune applicazioni, per la maggior parte gratuite, hanno incluso anche il monitoraggio del passo, della distanza e dello storico degli allenamenti precedenti.

Benefici dello Sport all’aperto

fit walking

A prescindere dalla specifica tendenza di praticare attività sportiva in riva al mare, lo sport svolto all’aperto aggiunge numerosi benefici a quelli che già sono i normali risultati che si ottengono con una regolare attività fisica. Intanto la scelta di uno spazio come il mare, quindi al riparo da smog e polveri sottili, potenzia l’apparato respiratorio. Oltre alle funzioni respiratorie, con l’attività all’aperto, si potenziano anche quelle cardiovascolari dilatando i vasi sanguigni e facilitando il recupero. Assolutamente primario è il beneficio ottenuto allenandosi all’aperto grazie alla produzione di vitamina D. La vitamina D, alleata del nostro sistema immunitario e fondamentale per assimilare calcio e fosforo, viene stimolata con l’esposizione alla luce del sole e quindi viene prodotta in modo continuo con un regolare appuntamento sportivo svolto al sole.

vitamina D

Considerati quindi tutti i vantaggi che si possono ottenere praticando sport all’aperto, tra cui quello legato alla salute, al fenomeno aggregativo e, non ultimo, l’importante risparmio economico ottenuto grazie al non dover pagare nessuna iscrizione in palestra o centro fitness, direi che potete cominciare a scegliere lo sport più adatto a voi, da svolgere in riva al mare fino alla fine dell’estate e, perché no? anche oltre.