Schiariture Capelli: 5 tecniche da provare assolutamente per illuminare la chioma

06/08/2022

L'estate è arrivata e l'abbronzatura ideale è stata raggiunta, ora bisogna soltanto illuminare la vostra chioma. Che siate super bionde o più scure, ecco le 5 tecniche di schiaritura capelli per riflessi luminosi come "baciati dal sole".

Schiariture Capelli: 5 tecniche da provare assolutamente per illuminare la chioma

Voglia d’estate, di schiarire e sfumare, di illuminare il volto con una chioma più chiara. Infatti è proprio con l’arrivo della stagione più calda che molte di noi sentono l’esigenza di inondarsi di sole anche nell’aspetto. Poi, se insieme ad una bella schiaritura dei capelli abbiamo anche una tintarella ad hoc, riusciremo a vederci ancora più belle. Ora vediamo insieme cinque diverse tecniche di schiariture capelli per illuminare la chioma.

Ecco 5 Tecniche si schiaritura per illuminare la tua chioma

schiariture-capelli

I saloni di bellezza offrono ormai tante tecniche per illuminare i capelli con tecniche di schiaritura che non vadano ad impattare eccessivamente sullo stato di salute dei capelli. Riflessi naturali e appena percettibili sono diventati ormai il trend degli ultimi tempi. La moda dei capelli è ormai distante dall’idea di colore artificiale e innaturale perché essere naturali ed incarnare uno stile più sbarazzino sono finalmente tornati in auge. Probabilmente, questa nuova attenzione per colorazioni poco aggressive sia visivamente che dal punto di vista del trattamento chimico, è associabile al fatto che negli ultimi anni è stata riscoperta una certa attenzione nel trattare con garbo e cura i capelli per evitarne il danneggiamento. Questa nuova consapevolezza ha di conseguenza anche rivoluzionato le tecniche di schiaritura degli ultimi anni. Tra le molte tecniche a disposizione nei saloni di bellezza cerchiamo di capire quali sono le 5 più in voga per schiarire i capelli.

Shatush

schiariture-capelli

 

Sono in pochi forse a sapere che le origini dello shatush risalgono agli anni ’60 comparendo per la prima volta nei saloni di Hollywood e New York, ma è solo negli ultimi anni che questa tecnica di schiaritura tanto richiesta nel mondo dell’hairstyling ha cominciato a dilagare a macchia d’olio. Questo tipo di tecnica schiarente richiede innanzitutto una divisione dei capelli in ciocche e una piccola cotonatura delle lunghezze, e solo a questo punto l’agente decolorante viene steso sui capelli. Chiaramente, per via della tecnica dell’impiego del prodotto, otterremo una tonalità più chiara sulle punte e che sfuma lentamente verso la radice. L’unica pecca è che, per procedere con un altro trattamento bisognerà eseguire il taglio delle lunghezze decolorate.

Mèches

La tecnica di schiaritura delle mèches è stata ideata per la prima volta da Jaques Dessage negli anni ’70 per illuminare il volto della bellissima Brigitte Bardot. Dopo di lei tutte le donne del mondo iniziarono a chiedere nei saloni dei parrucchieri questo tipo di effetto. Negli anni ’90 questo tipo di procedimento non si sceglieva per la sua naturalezza, l’obiettivo era infatti quello di creare un effetto che mostrasse l’artificio, così le ciocche, tra una e l’altra, avevano un profondo stacco. Questo procedimento è adatto a tutti, per chi ha i capelli chiari, naturali e non. A differenza dello shatush, il prodotto schiarente viene applicato sull’intera lunghezza di piccole ciocche. Il punto di forza di questa tecnica è quello di creare visivamente più volume. Questa schiaritura capelli è sconsigliata su persone con una radice piuttosto scura in quanto lo stacco sarebbe troppo netto, fino a restituire l’idea di artificioso.

Il super naturale balayage


La tecnica del balayage considera la stesura del prodotto schiarente in senso verticale sulle ciocche creando un effetto sfumato, delicato e quasi impercettibile. L’effetto WoW che crea è quello del sole che bacia le chiome, leggere sfumature che ricordano le schiariture di una vacanza al mare. Questo effetto si ottiene scegliendo con cura le zone da trattare, le quali sono appunto quelle toccate naturalmente dai raggi UV. Un balayage eseguito nel migliore dei modi prevede una sfumatura quasi millimetrica nei confini cromatici fino a renderli impercettibili ad occhio nudo. Se desiderate delle schiariture capelli vicine alla radice sarà necessario ritoccare il trattamento almeno ogni due mesi.

Contrast e Sunlight

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jean Louis David (@jeanlouisdavidfr)


Se proprio non lo sopportare l’effetto ricrescita ecco le due tecniche d’eccezione ideate da Jean Louis David. Contrast, pensata per chi ha i capelli chiari, toglie, quasi del tutto, l’effetto ricrescita grazie alla mescolazione di tante tonalità diverse di biondo. Sulle punte la schiaritura è più accentuata fino a diventare più calda e intensa man mano che si sale verso la testa. La tecnica schiaritura capelli Sunlight, è invece indicata per chi ha i capelli più scuri ma vuole illuminare e riflessare in maniera naturale alcune ciocche. Il pennello, quasi punzecchiando, stende il decolorante in maniera armoniosa evitando contrasti netti con il colore di partenza.

Degradé e Tie Dye

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jean Louis David (@jeanlouisdavidfr)


Una delle tecniche più amate dalle donne negli ultimi anni è il degradé, in quanto simula l’effetto dei riflessi del sole sui capelli, quindi l’obiettivo è: lucentezza e brillantezza. La schiaritura capelli è naturale e non va a stravolgere i nostri colori naturali, accompagna ed esalta i riflessi luminosi. Per questo trattamento il colore viene steso a partire dalle lunghezze fino ad alleggerire nella parte più vicina alle radici. Questa tecnica è però consigliata a tutte coloro che hanno una lunghezza tale da poter permettere la stesura del prodotto schiarente. L’evoluzione del degradé è il Tie e Dye che esalta ancora di più l’effetto finale aggiungendo una maggiore quantità di prodotto sulle lunghezze. Anche in questo caso è necessario avere una chioma abbastanza lunga.