Kim Kardashian Star indiscussa della passerella Dolce&Gabbana alla Milano Fashion Week

Giulia Corsi
25/09/2022

E' lei la diva contemporanea che diventa musa di una delle più importanti case di moda italiane, stiamo ovviamente parlando di Kim Kardashian e degli stilisti Dolce & Gabbana. Scopriamo di più sulla sfilata del brand alla Milano Fashion Week e sulla sua seducente protagonista!

Kim Kardashian Star indiscussa della passerella Dolce&Gabbana alla Milano Fashion Week

Kim Kardashian è una di quelle star che l’attenzione riesce a tenerla sempre e comunque incollata su di sé. A Milano, nei giorni della Fashion Week non si riesce a parlare d’altro, se non della presenza e della collaborazione esclusiva della nota celebrity con una delle case di moda italiane più famose al mondo. Curiose di sapere come da una “brutta figura” si riesca ad uscirne vincenti ed energiche? Vediamo insieme il prezioso legame che unisce Dolce & Gabbana a Kim Kardashian con la nuova t-shirt Ciao, Kim.

Dolce e Gabbana e la collaborazione “riscatto” di Kim Kardashian

Oltre la nota amicizia tra Dolce & Gabbana e Kim Kardashian & Family cosa è che accomuna questi due colossi, uno della moda e uno del lifestyle? Vediamo insieme come la sfilata di Dolce & Gabbana alla Milano Fashion Week si sia totalmente focalizzata sulla presenza di Kim e il suo legame con la maison. Che Kim Kardashian se la senta un po’ Marilyn Monroe è ormai fatto noto a tutti. Vi ricordate del mega polverone sulla storia del celeberrimo abito di Happy Birthday Mr. President? Per mesi si parlò infatti del prestito del vestito icona indossato dalla nota attrice della storia del cinema. La celebrity, praticamente ossessionata dall’immagine sacrale di una delle più importanti attrici americane, in occasione del Met Gala riuscì a farsi concedere dal Ripley’s Museum il celebre abito da sera con mezzo secolo di storia alle spalle. L’esito del prestito fu però disastroso in quanto parrebbe che la Kardashian abbia gravemente danneggiato il prezioso e sensuale vestito tempestato di migliaia di punti luce rovinando di fatto un importante e iconico capo d’abbigliamento della Monroe. Un orda di haters e testate giornalistiche di ogni genere hanno poi parlato di questo fatto per molte settimane etichettandola come la persona che ha osato paragonarsi a Marilyn Monroe indossando il suo abito. Kim però, che nell’ombra non riesce proprio a starci e così è tornata sulla bocca di tutti invadendo il campo visivo della campagna promozionale della nuova sfilata di Dolce & Gabbana.

Kim Kardashian monopolizza la campagna promozionale della sfilata Dolce & Gabbana

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kim Kardashian (@kimkardashian)


Se negli abiti delle altre non riesci a starci allora inizi una collaborazione con una delle più importanti case di moda italiane. Il rumore mediatico per mesi ha parlato infatti di una collaborazione tra Kardashian e i due fondatori del brand siciliano, ma dalla sfilata della nuova collezione primavera/estate di Dolce & Gabbana alla Fashion Week di Milano sembra rivelare ben altro. Infatti questa non è una semplice co-lab, o temporanea capsule, ma un vero e proprio dialogo tra due mondi che da tempo entrano sempre più in contatto. La moda, ormai da anni, è più social che mai, e la maggior parte dell’audience si ottiene esattamente così, cercando l’attenzione del pubblico multimediale che scrolla annoiato pagine su pagine di reels e post instagram. Dolce & Gabbana decide così di investire totalmente la campagna pubblicitaria della nuova sfilata della Fashion Week di Milano sull’icona contemporanea più chiacchierata di sempre con immagini di lei abbigliata in stile anni cinquanta, mentre mangia un gelato, una pizza, gli spaghetti. A circondarla dei paparazzi di cui le interessa bene poco. Ma la Kardashian non ha soltanto monopolizzato lo spazio mediatico di Dolce & Gabbana come semplice “comparsa” dell’evento milanese, di fatto ne ha proprio preso le redini prendendo parte ad un progetto di curatela della sfilata della Milano Fashion Week.

La sfilata di Dolce & Gabbana come ne La dolce vita

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kim Kardashian (@kimkardashian)


Convinti del fatto che abbiate visto La Dolce Vita di Fellini (e se non l’avete ancora fatto, fatelo) vi chiediamo di riportare la mente a quei fotogrammi che raccontano di paparazzi bramosi di accaparrarsi uno scatto delle più belle attrici americane. Con questa atmosfera da cinema italiano del dopoguerra si apre così la sfilata di Dolce & Gabbana alla Milano Fashion Week. Paparazzi all’ingresso, immagini in bianco e nero e le indicazioni di regia urlate tempestano la passerella milanese la cui musa ispiratrice e stylist dell’evento è proprio la Kardashian. In passerella invece, alcuni dei pezzi più esclusivi del brand italiano delle collezioni che vanno dal 1987 al 2007 selezionati personalmente da Kim Kardashian. Il bisogno di rievocare il passato sembrerebbe proprio un feticcio per la star americana in quanto è stata proprio lei a basare la sfilata sul recupero di alcuni pezzi iconici di collezioni precedenti. Il tocco della celeb si nota subito: tutti capi neri, grigio scuro, totale assenza di colore e solo una stampa: il leopardato.

L’attrice (Kim) americana che mangia gli spaghetti

kim kardashian

Ma c’è di più. Oltre a curare l’intera sfilata, a monopolizzare i social suoi e dei profili ufficiali di Dolce & Gabbana, Kim Kardashian ha anche la sua faccia stampata sulle magliette del brand. Ciao, Kim “stampa pasta” oppure “stampa pizza”. Questo il nome dei due modelli di maglietta creati dalla maison italiana. Sulla stampa i topoi del genere de La dolce vita ci sono tutti: tovaglia italiana a quadri, spaghetti succhiati dall’attrice americana (la Kardashian) vestita super elegante con indosso guanti neri fino al gomito e vestito tempestato di pietre luminose. La “soluzione” stampa pizza, vede invece questa diva contemporanea nell’atto di mangiare una pizza dentro una lussuosa limousine con il capello rigorosamente alla Marilyn Monroe (ci risiamo). Aggiornamento: le t-shirt sono sold out.