Ischia: 6 attrazioni imperdibili! Ecco cosa vedere e fare nella bellissima Isola campana

08/08/2022

Ischia è un paradiso terrestre, apparentemente così piccola ma in fondo con così tanto da vedere e fare da non riuscire a scegliere da dove iniziare. Ecco una guida per orientarsi tra le attrazioni di questa bellissima Isola...

Ischia: 6 attrazioni imperdibili! Ecco cosa vedere e fare nella bellissima Isola campana

L’isola più bella e più grande del Golfo di Napoli è tra le più rinomate stazioni idro-termo-climatiche marine e turistiche del mondo, meta consolidata del turismo internazionale grazie alle sue bellezze naturali, al suo clima mite e temperato sia in inverno che in estate, alle sue salutari risorse idrotermali e alla sua modernissima attrezzatura turistica.

ischia vista porto

Ischia non si presenta come il solito grande scoglio in mezzo al mare, ma appare come una magica visione dominata dal colore verde, poiché anche le cime dei piccolissimi scogli, lungo la costa, sono abbellite dal verde, che alberga persino nelle pietre. Vigneti, uliveti, agrumeti sprigionano tutte le sue sfumature dal chiaro trasparente al verde azzurrognolo o scuro, che rendono unici gli scenari intarsiati con il bianco calce delle case isolane. Per non parlare del mare azzurro che la circonda, sempre vivo sotto un cielo spettacolarmente celeste.

borgo santangelo vista

Ma le bellezze naturali di Ischia non si esauriscono nei panorami: rade, insenature, comode spiagge, porti, l’alta roccia lungo le coste, la varietà delle piante, le pinete, la miriade di fiori variopinti fanno spazio a strutture ricettive di tutti i livelli, pronti a soddisfare le esigenze di qualsiasi viaggiatore. Ischia è anche spa, parchi termali, ristoranti e vie dello shopping. Vediamo allora cosa non potete proprio perdere su questa isola magica.

La Fonte delle Ninfe Nitrodi

fonte ninfe nitrodi

Ischia, si sa, è l’isola delle acque solfuree e termali, ce ne sono veramente per tutti i gusti e per ogni esigenza. Una cosa che non potete perdere assolutamente, e che mischia il mito alla realtà, è le Fonte delle Ninfe Nitrodi a Barano. L’acqua di questa sorgente era considerata sacra e si narra che avesse la protezione di Apollo. Oggi, oltre il mito e la leggenda, c’è un decreto del Ministero della Salute, del 9 Ottobre 2003, che certifica le proprietà terapeutiche di queste acque. Questo parco è diverso da tutte le realtà termali di Ischia perché quest’acqua che sgorga naturalmente tra le rocce e non va a formare le famose piscine, qui il percorso, definito idroaromaterapico, non prevedendo piscine, non deve trattare in nessun modo con cloro o altre sostanze chimiche le acque, che sono quindi totalmente naturali.

Visita al Castello Aragonese

Castello Aragonese Ischia

Se siete venuti ad Ischia, arrivando con il traghetto, il Castello Aragonese è sicuramente una delle prime cose che ha colpito i vostri occhi. Non avete visto però sicuramente, arrivando, che questo castello è collegato all’isola attraverso un ponte, ed ecco la sua prima caratteristica che potrete scoprire solo visitandolo. La visita alle stanze sarà avvincente e ricca di buona parte della storia che racconta i Borboni. A togliervi il fiato sarà però la vista di tutti i punti panoramici di Ischia di cui godrete dalle terrazze panoramiche del castello. Le visite sono prenotabili 7 giorni su 7 e costano 10,00 euro.

La Baia Di Sorgeto

Baia di Sorgeto

Altra tappa obbligata per qualcosa che potete incontrare solo qui. “Piccolissimoinconveniente, per giungere alla spiaggia della Baia di Sorgeto, dovrete scendere per 234 scalini, cosa che ovviamente dovrete rifare in salita per tornare. Però al vostro arrivo troverete uno dei pochi posti al mondo dove una sorgente di acqua calda sgorga i si incontra con le acque del mare. Quindi le correnti che si creano saranno di acqua molto calda, tiepida e fredda. Se siete ad Ischia in piena estate, altro piccolo inconveniente, dovete venire qui molto presto, altrimenti non troverete mai posto neanche per stendere l’asciugamano.

Giardini la Mortella

giardini mortella

Se lo chiedete agli ischitani, statisticamente per la maggior parte vi risponderanno che è questo il più bel parco termale in cui andare. Davvero ad Ischia c’è l’imbarazzo della scelta per scegliere le terme all’aperto, perciò se dovete sceglierne solo uno, optate per questo. Caratteristico per via della vegetazione, tra le più belle e particolari che si possano incontrare in Italia. Non potete assolutamente perdere l’appuntamento con: il giardino delle Aloe, Il tempio del sole, la sala Thai, la cascata del coccodrillo. Conveniente anche il prezzo, qui, dove con soli 12 euro potete assicurarvi l’ingresso.

Chiesa del Soccorso

chiesa del soccorso

A Forìo, una delle parti più belle dell’isola, trovate il punto di Ischia preferito dagli amanti della fotografia: la Chiesetta del Soccorso. Questa chiesa caratteristica è stata costruita su un promontorio a picco sul mare. Unica nei tratti e nel colore, richiama il bianco delle case in stile mediterraneo. A questo posto è legata a doppio filo la cultura dell’isola. Proprio qui infatti vengono a chiedere protezione i marinai.

Borgo Sant’Angelo

Ischia Borgo Sant'angelo

Per concludere non potete certo andare via senza aver fatto una passeggiata in questo Borgo. Qui non possono circolare le auto, per muovervi tra spa, ristoranti e gelaterie, soprattutto quelle più “arroccate” dovete lasciare l’auto al parcheggio dal quale potete chiamare i taxi o le tradizionali macchinine che si usano solitamente per spostarsi nei campi da golf, e che vi porteranno a destinazione con una spesa compresa tra i 10 ed i 20 euro a tratta. Borgo Sant’Angelo è caratteristico, dominato dai colori bianchi e dalle incursioni dei fiori di bouganville, oggi è popolato da gelaterie e ristoranti esclusivi, e da negozi di lusso.

Limoni Ischia

Ischia è sicuramente un posto da vedere e da vivere, e tante cose che non vi ho descritto sono altrettanto importanti come esperienze che solo qui si possono fare: il ristorante in cui mangiare, dove fare colazione, dove andare a raccogliere i limoni, dove bere una limonata fatta alla vecchia maniera. Per il momento, però, cominciate da qui.