In questo incantevole Borgo del Lazio è conservato il Presepe più antico del mondo

Serena Basciani
  • Giornalista e Content Editor
  • Esperta in Personal Branding
09/12/2023

La storia del presepe vi affascina da sempre e volete ripercorrere la sua storia? In questo borgo del Lazio potete farlo...

In questo incantevole Borgo del Lazio è conservato il Presepe più antico del mondo

Spesso abbiamo visto quali sono i binomi vincenti quando si tratta di borghi e viaggi. Se si parla di borgo, viaggio, e Natale, allora l’accoppiata imperdibile può cambiare. Una di quelle che di sicuro muove curiosità e voglia di autentica tradizione è l’abbinamento tra presepe e piccolo centro. Ma se vogliamo essere precisi, di sicuro c’è un borgo che vi sorprenderà più degli altri da questo punto di vista. In uno dei borghi più belli del Lazio è, infatti, conservato il presepe più antico del mondo

Il primo presepe (vivente) della storia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @greccio2023

Secondo la tradizione, nel 1223, San Francesco d’Assisi decise di ricreare la scena della Natività durante la messa di mezzanotte e scelse di allestire un presepe vivente con animali e pastori, cercando di portare la gente a riflettere sul significato del Natale e sulla semplicità della nascita di Gesù. Questo evento è considerato il primo presepe vivente della storia. Questa storia è diventata simbolo ed esempio di come la tradizione del presepe si sia diffusa nel corso dei secoli, in Italia e in tutto il mondo cristiano. L’evento avvenne Greccio, borgo che viene spesso ricordato per queso evento. Questo luogo è diventato una meta turistica per coloro che vogliono ripercorrere le tappe del primo presepe che la storia ricordi. Ma se a Greccio, è stato allestito da San Francesco il primo presepe vivente è sempre nella Regione della Capitale che troviamo conservato il più antico, riprodotto nel modo in cui ancora ognuno di noi lo organizza nelle proprie case…

Il Presepe più antico del mondo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Meglio italiano (@meglio_italiano)

La cittadina di Boville Ernica è ormai inserita tra i Borghi più belli d’Italia, ma questo non è l’unico vanto del borgo laziale. Il piccolo centro in provincia di Frosinone, può infatti vantare nel suo patrimonio il Presepe risalente al IV secolo d.C., scolpito a rilievo sul coperchio di uno splendido sarcofago paleocristiano. Dal 1947 è costudito nella Chiesa di San Pietro Ispano. Oggi lo possiamo ammirare nella cappella laterale.

Come è stato “disegnato” il più antico presepe della storia?

Il più antico presepe al mondo si compone nel modo più classico che conosciamo, con al centro la Natività di Gesù, i pastori, i re Magi e la stella cometa, fissata al tetto della capanna. Secondo gli studi questo preziosissimo lavoro sarebbe databile tra il 330 e il 350 d.C., ed è un prezioso simbolo religioso e storico, unico nel suo genere.

Boville Ernica e Dintorni

Boville Ernica si trova nel cuore dei Monti Ernici ed oltre alle attrazioni, come questo simbolo storico di valore assoluto, promette anche escursioni imperdibili nella natura circostante. Non solo il suo piccolo centro ed i panorami che da qui potete vedere, ma anche  a breve distanza dal borgo si possono esplorare posti unici.

Le grotte di Collepardo, a poca distanza da Boville: meraviglia sotterranea!

Tra questi, a circa 30 minuti di automobile, potete raggiungere un luogo sotterraneo dallo scenario magico. Sto parlando delle Grotte di Collepardo, se non ne avete mai sentito parlare, allora prendete nota. Dopo aver visto il presepe più antico del mondo, ed aver assaporato la cucina tipica del posto, provate a prenotare questa escursione per non fermare la magia di questo soggiorno. Un complesso di grotte carsiche, con formazioni di stalattiti e stalagmiti vi attenderà all’arrivo. Le Grotte di Collepardo sono ovviamente bellissime e adatte ad essere visitate in ogni periodo dell’anno, in particolar modo, però, nei giorni di Festa, e dopo aver visto da vicino un simbolo così forte della fede e della tradizione, questo tipo di visita sotterranea avrà un sapore tutto particolare. Per godere a pieno della visita in questo luogo unico vi consiglio di prenotare in anticipo e di scegliere la guida di un professionista così da poter vivere in sicurezza, e senza rischiare di perdere nulla, il vostro percorso. Dunque il Lazio, che ci offre sempre sorprese molto intense, è una regione che in queste settimane di Festa può diventare la Regione ideale per andare alla ricerca di luoghi simbolici e storie legate alle più profonde tradizioni natalizie. Se siete d’accordo con noi, aspettiamo i vostri itinerari…