Un Borgo da sogno sulle colline tra Lazio e Umbria. Scoprilo subito!

Serena Basciani
  • Giornalista e Content Editor
  • Esperta in Personal Branding
02/02/2024

Non sapete se scegliere l'Umbria o il Lazio per il vostro prossimo itinerario nei borghi? Ecco un posto che non vi costringerà a rinunciare a nessuna delle due...

Un Borgo da sogno sulle colline tra Lazio e Umbria. Scoprilo subito!

La sua posizione al confine tra Umbria e Lazio è terreno di contesa per stabilire se questo sia un borgo che appartiene all’una o all’altra regione. In realtà si tratta di una vera e propria terra di mezzo, che porta con sé la cultura umbra così come quella laziale. Scoprire questo posto vi porterà perciò a conoscere quella meravigliosa zona collinare del centro Italia famosa per essere una terra ricca da tanti punti di vista: artistico, storico, paesaggistico ed enogastronomico. Perché, perciò rinunciare a vedere una tra queste due regioni quando si può centrare la visita di entrambe con un viaggio solo?

Stroncone, un borgo sospeso tra Umbria e Lazio

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da AGOSTO STRONCONESE (@agostostronconese)

Stroncone sorge a pochi chilometri dalla città di Terni in un posizione panoramica che consente una vista mozzafiato sulla valle sottostante, regalando un’esperienza suggestiva ai visitatori. Il borgo ha radici che affondano nell’epoca romana, ma la sua forma attuale è principalmente dovuta all’epoca medievale. Il centro storico è chiuso in un abbraccio suggestivo di mura di cinta, che racchiudono il classico disegno dei borghi fatto di vicoli, edifici in pietra e casette arroccate. Tra le attrazioni principali del borgo spicca la Chiesa di San Michele Arcangelo, un esempio di architettura romanica, con la sua facciata ornata e gli affreschi interni. Gli amanti della storia e dell’architettura troveranno a Stroncone un luogo affascinante da esplorare. Le passeggiate nel borgo offrono scenari diversi da godere, a partire dalle mura medievali, che offrono panorami unici; il centro storico invece vi permette di entrare a pieno nell’atmosfera e nella cultura del borgo. Una cosa da vedere qui, su cui ci piace sempre soffermarci quando siamo in giro per borghi, è il Museo della Civiltà Contadina che vi permetterà di fare un tuffo nella vita rurale del passato, con una vasta collezione di utensili e oggetti quotidiani.

La cucina di Stroncone, un mix perfetto di sapori del centro Italia…

La gastronomia a Stroncone è una vera delizia per il palato. I piatti tipici riflettono la tradizione culinaria della zona, con l’utilizzo di ingredienti freschi e locali. Tra le specialità da assaporare potete trovare dei classici di queste zone, come la porchetta, i formaggi pecorini, i salumi ma anche speciali dolci tipici come la ciaramicola. Il calendario di Stroncone è arricchito da eventi tradizionali che celebrano la cultura e le radici del borgo. Un’occasione unica per godere di folclore e cibo a Stroncone, è la festa conosciuta con L’Agosto Stronconese. Una rassegna che si ripete da oltre 40 anni e che metterà in contatto con i sapori e le suggestioni più lontane nel tempo di questi posti. Stand gastronomici, balli e manifestazioni in costume, vi porteranno in un viaggio nel tempo davvero unico!

Borgo di Stroncone, che storia…

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da AGOSTO STRONCONESE (@agostostronconese)

Le radici del borgo affondano la loro storia nell’epoca romana, quando la zona era teatro di battaglie e intrighi politici. Tuttavia, è durante l’era medievale che il borgo comincia a prendere forma, costruendo le solide fondamenta della sua storia. Il nome Stroncone sembra derivare dal latino “strongus” o “strongulum”, che potrebbe indicare una struttura fortificata o un punto strategico difensivo. Questa suggestione di forza e protezione è ben rispecchiata nell’architettura delle sue mura. Nel corso dei secoli, Stroncone ha vissuto numerosi avvenimenti che hanno plasmato la sua identità. Durante il periodo medioevale, fu contesa tra varie signorie locali, subendo saccheggi e cambi di proprietà. Nel XIV secolo, il borgo divenne parte dello Stato della Chiesa, sotto il dominio papale. Questo periodo fu caratterizzato da una relativa stabilità, con la costruzione di edifici religiosi e civili che ancora oggi testimoniano il suo passato glorioso. La Chiesa di San Michele Arcangelo costruita nel XII secolo, è stata testimone di secoli di devozione e ha subito modifiche nel corso del tempo, incorporando elementi gotici e rinascimentali che raccontano la storia artistica e culturale della regione. Nel Rinascimento, Stroncone conobbe un periodo di rinnovamento, con la costruzione di nuove residenze e la ristrutturazione di antichi palazzi. Tuttavia, il borgo non fu immune dalle turbolenze che caratterizzarono l’Italia in quel periodo, con invasioni e lotte tra fazioni rivali. Con il passare dei secoli, Stroncone ha conservato il suo carattere medievale che ancora oggi potete respirare in qualsiasi periodo dell’anno, ed in particolar modo durante i giorni di festa nelle estati del borgo.