I Borghi più belli della costa Smeralda. Che spettacolo!

Serena Basciani
  • Giornalista e Content Editor
  • Esperta in Personal Branding
16/05/2024

Avete mai pensato di vivere in un modo speciale e particolare la Costa Smeralda? Se avete voglia di conoscere sapori e panorami che non avevate ancora mai gustato prima qui, ecco 3 borghi in cui prenotare le vostre prossime vacanze!

I Borghi più belli della costa Smeralda. Che spettacolo!

La Costa Smeralda è famosa per le sue spiagge, per le vacanze estive all’insegna di lusso e divertimento, per il mare da sogno. Ma troppo spesso nella scelta dei luoghi da visitare o in cui soggiornare, per le nostre vacanze in questa parte di Sardegna sottovalutiamo l’importanza di scegliere, anche, un bel borgo in cui trascorrere dei giorni di pace e di relax. Perché, vi starete chiedendo, la Costa Smeralda è anche luogo in cui trovare borghi come quelli di cui andiamo a caccia per tutto l’anno da nord a sud? Certo che si, oltre ai più famosi, come Porto Cervo e Porto Rotondo, simboli di queste realtà, ci sono delle piccole gemme da andare a scoprire anche oltre i loro bellissimi (ed ultra famosi) lidi! Pronti per un tour extra-ordinario della Sardegna dei Vip?

San Pantaleo,

Cominciamo da uno dei borghi che ha conservato intatto il suo fascino artigianale, senza lasciarsi intaccare dai decenni in cui la Costa Smeralda è stata meta (anche) dei turisti del lusso. Punto di riferimento, dall’immagine inconfondibile, la Chiesa di San Pantaleo, costruita nel XVIII secolo e caratterizzata da un campanile in granito che domina il paesaggio circostante. L’interno della chiesa è decorato con affreschi e opere d’arte sacra che raccontano la storia e la religiosità della comunità locale. Da qui potete darvi appuntamento per una passeggiata nel borgo: attenzione alle giornate dedicate al mercatino artigianale di San Pantaleo, una vera rarità da vivere e vedere per assaporare a pieno la cultura gallurese in tutte le sue sfaccettature. Non lontano dal borgo si trovano alcune delle spiagge più belle della Costa Smeralda, come Liscia Ruja e Capriccioli, che invitano al relax e al nuoto nelle acque cristalline del Mediterraneo. Tra le escursioni più “wild” da organizzare qui c’è sicuramente quella (a circa 20 chilometri di distanza da San Pantaleo) al Parco Naturale di Monte Moro! Caratterizzato da un paesaggio variegato, che va dalle cime delle montagne ai boschi di lecci e sughereti, è un luogo che si presta a diversi tipi di escursioni anche al fine di avvistare i cervi sardi e numerosi uccelli rapaci. Uno dei punti salienti del Parco Naturale di Monte Moro è sicuramente la vista panoramica che si gode dalla cima del Monte Moro stesso che vi darà una prospettiva unica sulla Costa Smeralda e la sua infinita bellezza (sfumature delle acque comprese, che dall’alto hanno tutto un altro sapore).

Palau, oltre quello che già sapete….

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Palau Turismo Official (@palauturismo)

Ci spostiamo in un altro pittoresco borgo marinaro, ed anche qui troveremo tanti diversi tipi di attività e attrazioni per ogni tipo di visitatore. Uno dei motivi per cui questo posto è famoso è la sua posizione strategica di fronte all’arcipelago della Maddalena. Da qui è possibile prendere traghetti per visitare le meravigliose isole dell’arcipelago, come La Maddalena, Caprera e Spargi, famose per le loro spiagge di sabbia bianca e le acque cristalline. Un’escursione in barca intorno a queste isole è un’esperienza indimenticabile, con opportunità di fare snorkeling e ammirare la bellezza mozzafiato della costa. Ora di sicuro, se conoscete anche superficialmente la Sardegna, avrete capito dove ci troviamo. Siamo a Palau, e oggi lo vedremo anche passando dentro il suo centro. Il centro storico di Palau è caratterizzato dai tipici vicoli dei borghi di mare e la piazza principale, Piazza del Molo, è un luogo ideale per passeggiare e gustare piatti tipici della cucina sarda, come le specialità di pesce fresco e i formaggi locali. Per gli amanti della storia e della natura, Palau offre la possibilità di visitare siti archeologici interessanti come il complesso nuragico di Malchittu o la Fortezza di Monte Altura, che offre una vista spettacolare sulla baia di Palau e sullo stretto di Bonifacio. Gli appassionati di sport acquatici troveranno a Palau il paradiso: dalle immersioni subacquee alle escursioni in kayak lungo la costa, ci sono molte opportunità per esplorare le meraviglie marine di questa regione. Infine, non si può visitare Palau senza ammirare la Roccia dell’Orso, una formazione granitica naturale che assomiglia a un orso in posizione eretta. Questa iconica roccia si trova a pochi chilometri dal centro di Palau ed è un punto di riferimento visivo unico e suggestivo.

Arzachena, tra mare top e un punto del borgo super instagrammabile

Arzachena è davvero famosa tra i turisti abituali della Sardegna perché offre meraviglie naturali e le splendide spiagge tutto intorno al suo centro storico. Anche qui una delle principali attrazioni di Arzachena è la presenza dei famosi siti archeologici nuragici della zona come quello di Nuraghe Albucciu e la Tomba dei Giganti di Coddu Vecchiu. Ma se abbiamo messo questo tra i 3 borghi imperdibili della Costa Smeralda è perché anche in questo caso, il centro storico merita una visita. La Chiesa di Santa Lucia e la Chiesa di San Giovanni Battista sono due punti focali dell’architettura religiosa locale, mentre la Piazza Risorgimento è il luogo ideale per passeggiare e godersi l’atmosfera tranquilla della città. Un luogo divenuto nel tempo famoso e super instagrammabile nel borgo di Arzachena è la scalinata di Santa Lucia. Gli scalini sono spesso decorati con murales sempre nuovi, spesso ispirati a morivi naturali come quelli che ritraggono vegetazione marina o farfalle. Per quanto riguarda il mare, vi basterà seguire il vostro istinto, ed ogni insenatura sarà un paradiso per la mente ed il corpo. Ed ora, non vi resta che scegliere quale punto di vista volete per la vostra Vita Smeralda tra i borghi di mare…