Bali: 7 luoghi e attrazioni da non perdere nella splendida isola indonesiana

Giulia Corsi
01/09/2022

Bali ti avvolge e ti tiene stretto, ti accoglie e ti resta dentro per sempre. A seguire le esperienze più belle da vivere nella più spirituale isola indonesiana...

Bali: 7 luoghi e attrazioni da non perdere nella splendida isola indonesiana

Ci sono luoghi destinati ad accompagnarvi per il resto della vostra vita. Se quello che state cercando è un posto dove appagare lo spirito, non vi resta che prenotare il vostro viaggio per Bali. Vi raccontiamo i luoghi e le attrazioni più belle di questa straordinaria isola indonesiana.

Bali: un luogo per appagare l’anima

A Bali si lascia lo spirito. L’isola indonesiana è uno di quei luoghi che ti entrano dentro, lasciando per sempre nel cuore di chi la vive una profonda nostalgia che continuerà a chiamare per il resto della vita. Sarà per i suoni della foresta pluviale, gli emblematici luoghi di culto o per i frangipane che vi si posano in testa passeggiando tra le vie di Ubud. I motivi per amare Bali sono davvero tanti, e se cercate un posto dove curare l’anima e lo spirito, questa preziosa isola è il luogo più giusto per appagare i sensi.

Laboratorio artigianale batik

batik bali

Una delle tappe che non potete assolutamente perdere nella suggestiva Bali, è un breve tour nei laboratori di Batik. Questo tipo di stoffa viene infatti decorata con una tecnica fatta a mano molto antica e ad oggi è uno dei principali prodotti d’artigianato dell’Indonesia. Il batik è una vera e propria tradizione di Bali ed è così che vengono realizzati i sarong che servono per entrare con rispetto nei templi balinesi. Per la creazione del batik viene utilizzata una una stoffa molto leggera, solitamente con filamenti di cotone e dopo la preparazione del disegno si procede con la stesura della cera sciolta sulle parti che non devono essere colorate. La cera penetrando nel tessuto, impermeabilizza la stoffa impedendo al colore di aderire. Quadri raffiguranti scene di vita quotidiana, di lavoro nelle risaie sono i soggetti prediletti dai turisti e vi assicuro che avrete l’imbarazzo della scelta.

Legong dance

La Legong Dance è una danza tradizionale asiatica, tipica dell’isola di Bali. Questo tipo di ballo, nel 2015 è stata anche riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità e si tratta di uno dei generi di danza sacra che si trovano a Bali. Sacra in quanto è riservata al culto religioso degli dèi, e che prima di trasformarsi in attrazione turistica veniva eseguita soltanto durante le cerimonie nei templi. Ovviamente la versione per i turisti è quella censurata e la sua forma originale si può ammirare soltanto se riuscite a prendere parte in uno dei riti sacri. La Legong Dance è interpretata da uomini e donne in abiti tradizionali colorati che si mescolano con le preziosità delle tonalità dell’oro. L’apprendimento di questa danza inizia quando i ragazzi sono molto giovani, data l’estrema difficoltà nel gestire diverse parti del corpo. Le posizioni delle braccia, piedi, mani, polsi e dita hanno tutte un significato che si riferisce a specifici momenti dell’esistenza. Quello che più colpisce di questa danza, è il movimento degli occhi, anch’esso tutt’altro che casuale.

Bali l’isola dell’oro e dell’argento

bali

Non dimenticate poi di visitare l’enorme showroom di manufatti d’oro e d’argento del grande laboratorio di Uc Silver Gold a pochi km da Ubud. I balinesi sono noti al mondo per le loro grandi capacità nella lavorazione dell’oro e dell’argento e quindi, non vi stupirete nel trovare molte fabbriche e punti vendita pieni zeppi di gioielli ed elementi realizzati con questi preziosi materiali. Nella fabbrica UC Silver Gold, potrete fare prima un tour dove vi mostreranno i maestri gioiellieri a lavoro nella creazione dei gioielli e poi, senza spendere cifre folli, potrete anche portarvi via un piccolo ricordo dal grande negozio. Ovviamente più sono lavorati e grandi i gioielli e maggiore sarà il costo, ma siamo certi che un piccolo souvenir riuscirete davvero a portarvelo via.

La foresta sacra delle scimmie a Bali

bali

Una passeggiata nella Monkey Forest non potete assolutamente perderla! In questa foresta pluviale sacra troverete più di 900 esemplari di scimmie balinesi che potrete ammirare da vicino. È straordinario fermarsi ad osservare questi esemplari nei loro comportamenti più buffi. In questi 12.5 ettari di riserva naturale troverete dei magnifici tempi hindu come il Pura Dalem dedicato al culto di Shiva, il Pura Prajapati realizzato in onore di Brahma Prajapati e il Pura Beji dedicato alla dea Gangga. Ponti intrecciati da radici giganti ed enormi draghi di Komodo in pietra rendano la meravigliosa giungla ancora più suggestiva e misteriosa.

Degustazione nella foresta di Bali

bali

È nella magnificenza della foresta pluviale che i sensi si adattano alle frequenze cardiache del cuore. A Bali si possono sorseggiare tisane e caffè realizzati con prodotti che provengono direttamente dall’agricoltura nella foresta. Diffusi soprattutto ad Ubud, sono dei piccoli ristori immersi nella giunga dove è possibile degustare e acquistare diverse bevande preparate sul momento.

L’altalena sulle risaie di Balibali

Le risaie a terrazza di Bali costituiscono i paesaggi più belli che mai potrete ammirare nella vostra vita. Passeggiare tra le coltivazioni di riso è un emozione che riempie il cuore e lo spirito. Le risaie hanno senza dubbio un fascino esotico in grado di conquistare chiunque si trovi a guardale, perché è qui che l’Indonesia parla da sola, senza che nessuno la racconti. Spiritualità e riso, questa è la preziosità di Bali. Per i balinesi il riso non è soltanto il principale alimento ma ha un vero e proprio valore religioso poiché viene offerto quotidianamente alle divinità per assicurarsi la loro protezione. Per questo vi capiterà anche di ascoltare il suono dolce dello strumento tradizionale balinese fatto di bambù, il rindik, mentre passeggerete nel silenzio solenne di questi luoghi fatti di acqua e spiritualità. Alcune risaie offrono inoltre ai turisti la possibilità di dondolare a picco sulle magnifiche risaie. Si tratta di un’altalena gigante che vi permetterà di librare i pensieri in uno dei luoghi più sacrali del mondo.

Templi sacri di Bali: il Pura Tanah Lot

bali tempio

A Bali di certo non mancano i templi. Essendo questo un popolo estremamente religioso e devoto alle proprie divinità, omaggia con cura gli dèi appagandoli costantemente. Passeggiando tra le vie di questo luogo incantato troverete offerte rivolte agli spiriti fuori da ogni negozio, casa e attività. Si tratta di piccoli cestini fatti in bambù che contengono fiori di frangipane, riso, biscotti e altri piccoli doni. Ma è nei templi che la vita spirituale dei balinesi trova la sua massima espressione. Ci sono dei luoghi di culto sacri che lasciano veramente con il fiato sospeso, ed uno di questi si trova sulla costa ovest di Bali: il Pura Tanah Lot. Il tempio più fotografato di Bali, dedicato alla divinità del mare si erge su una scogliera che cade a picco nell’oceano. Sotto il promontorio c’è un’insolita fonte di acqua dolce che viene considerata sacra e purificatrice per via del fatto che è circondata dalle acque salate del mare.