5 Borse iconiche che hanno fatto la storia: Solo per vere Star!

02/08/2022

Le borse raccontano epoche, storie e identità. Le donne che le hanno indossate - da Grace Kelly a Lady D - hanno confermato il loro fascino unico e garantito la loro esclusività rendendole iconiche...

5 Borse iconiche che hanno fatto la storia: Solo per vere Star!

Le abbiamo viste e riviste, indossate da principesse, star del cinema, icone della moda, e alle nostre amiche con portafogli più generosi. Sono le borse iconiche delle grandi maison l’oggetto del desiderio delle donne, ma siamo sicure di conoscere la loro storia? A seguire alcuni cenni storici sulle 5 borse iconiche che hanno fatto la storia di questo accessorio.

La borsa iconica come contenitore del sé

Le borse, di solito come le scarpe, sono per una donna un vero e proprio oggetto del desiderio. Come una cara amica, la borsa conosce le nostre storie e ci accompagna in tutte le situazioni. Infatti, secondo la psicologia, la borsa è come un contenitore della nostra identità e fa in modo che ci sentiamo protette dalla paura di perdere il senso del sé. Molto più di un mero contenitore, la borsa può talvolta definire anche la nostra identità e le sue mutazioni a seconda del modello che scegliamo di indossare. Alcune borse, ad esempio, rappresentano l’identità sociale a cui sentiamo di appartenere e portandola con noi comunichiamo al mondo che ci sentiamo di appartenere ad un certo gruppo sociale in quanto ne condividiamo lo stile e i valori. Così come tutte quelle borse iconiche che rimandano all’identità di un luogo, che affermano il fatto che ci sentiamo di approvarne lo stile e i valori modaioli. Le borse iconiche di brand famosi esprimono in un certo senso anche il nostro bisogno di autoammirazione in quanto abbiamo la sensazione di godere, indossandole, degli stessi privilegi e personalità di persone che appartengono ad un gruppo ristretto e di conseguenza esibiamo il nostro successo. Ma adesso vediamo insieme quali sono le 5 borse iconiche che hanno fatto la storia di questo accessorio tanto amato dalle donne.

Hermes Kelly Bag

borse-iconiche

La principessa di Monaco Grace Kelly ricevette questa borsa nel 1954 per utilizzarla durante le riprese del film di Hitchcock Caccia al ladro e da quel momento non se ne separò più. La borsa iconica di Thierry Hermès venne realizzata nel periodo in cui lo stilista era occupato nella realizzazione di accessori del mondo dell’equitazione, infatti l’idea iniziale era che questa borsa dovesse contenere addirittura degli stivali per cavalcare. La borsa iconica Hermes Kelly venne così ribattezzata con il nome che conosciamo oggi a partire dalla prima sua apparizione pubblica con la musa di Hitchcock, che nel 1956 la indossò per nascondere lo stato di gravidanza del suo corpo e così, dalla seconda metà degli anni ’70 la borsa venne rinominata Kelly Bag.

Lady Dior

borse-iconiche

Emblematica e inconfondibile la Lady Dior era l’accessorio, poi diventato borsa iconica, della principessa Lady Diana. Nata con il nome della casa madre Chouchou venne poi ribattezzata grazie alle continue apparizioni pubbliche di Diana. Infatti la storia del successo di questa borsa è strettamente legata anche alla principessa del Galles che, dopo averla ricevuta in dono dalla première dame francese Bernadette Chirac nel 1995, durante l’inaugurazione della retrospettiva di Paul Cézanne al Grand Palais di Parigi, non se ne separò mai più.

Gucci Diana

borse-iconiche

La scia di consenso della donna simbolo del ‘900 non poteva però fermarsi ad una sola borsa iconica associata al suo elegante ed emulato stile. Questa insolita e straordinaria donna, che tanto cercava di allontanarsi dai protocolli di Buckingham Palace è stata infatti una delle donne con più classe che siano mai esistite e grazie alla sua notorietà ha reso celebre più di una borsa. Infatti la seconda borsa iconica indossata dalla principessa era la Gucci Diana, presentata per la prima volta dalla maison nel 1991.  Per i 30 anni di successi della borsa iconica, la nota casa di moda l’ha riproposta in passerella rinominandola Gucci Diana, proprio per omaggiare quello stile innato di Diana Spencer. Lei la indossava con tutto: con completi e tailleur ma anche jeans, shorts, felpe.

La Speedy 25 di Louis Vuitton

borse

La Speedy di Louis Vuitton è stata una delle primissime borse iconiche della casa di moda francese nata con l’obiettivo di venire incontro alle nuove esigenze delle donne dell’epoca. Fu proprio Audrey Hepburn che nel 1959 chiese espressamente a Vuitton di riconsiderare le misure della borsa Keepall da viaggio per adattarla a delle dimensioni più ridotte per la vita di tutti i giorni. La borsa iconica divenne così più piccola, una speedy con 25 cm di larghezza permetteva di muoversi con facilità nei primi viaggi in auto e in treno. Dopo essere stata indossata dall’attrice di Colazione da Tiffany, la Speedy 25 di Louis Vuitton è diventata l’oggetto del desiderio di tutte le donne.

Chanel 2.55

borse-iconiche

Tranquille, non ci siamo dimenticate di lei, volevamo soltanto lasciarvi una delle creazioni più famose della stilista Coco Chanel per ultima, come un lavoro a ritroso per mostrarvi da dove ha origine il bisogno di unire comodità e glamour. Nasce nel 1955 l’accessorio che rivoluziona il modo di portare la borsa. Coco Chanel sentiva infatti l’esigenza di liberare le mani delle donne dal fastidio di portare solo handbag e pochette. Ispirato alle borse da viaggio militari, il modello della Chanel 2.55 costituiva una delle borse iconiche più pratiche mai viste grazie alla comoda catena da mettere sulla spalla. Nelle prime creazioni la chiusura della borsa montava un girello ed è solo nel 1988 che viene sostituita da Karl Lagerfeld con la CC.