La sinfonia d’inverno, romantica e forte, di Luisa Beccaria

Luisa Beccaria porta in passerella una collezione autunno inverno 2018/2019 dai contrasti importanti ma con un unico fil rouge, ovvero quello della femminilità. La donna Luisa Beccaria si conferma anche per la prossima stagione fredda come fluttuante, leggiadra e conscia della sua bellezza che afferma con tutta la sua fierezza.

da , il

    Secondo giorno di Milano Fashion Week. Pioggia leggera ma fitta, come da copione. Milano è grigia anche oggi e l’aria è ancora più fredda, ma questo non spaventa il circo della moda che ripudia l’inverno e continua imperterrito a sfoggiare gambe nude, abiti in trasparenza e sandali estivi. Nonostante il traffico e il caos del centro arrivo puntuale. La sfilata di Luisa Beccaria è nella palazzina Appiani, dimora ottocentesca di Napoleone, situata proprio all’interno dell’Arena Civica.

    Abito chemisier luisa beccaria

    La collezione autunno inverno 2018/2019 di Luisa Beccaria può essere sintetizzata in un’unica parola: Armonia, intesa come perfetta fusione di tessuti, stili, contrasti. Il romanticismo che ha sempre contraddistinto i suoi look si intreccia questa volta alla rivisitazione di tessuti maschili dallo spirito dandy e alla scelta del non colore per la maggior parte degli abiti. Sinfonia d’inverno. Contrasti. Eleganza naturale e al tempo stesso ricercata, fatta di pizzo macramè con farfalle dalla precisione quasi geometrica montato su crepe. Cardigan maxi che completano look fatti di abiti trasparenti e fluttuanti, impreziositi da cristalli e paillettes che popolano anche gonne e bluse. Colori tenui, rosa cipria e beige si accendono nel rosso intenso ma mai troppo urlato. Un cappello in feltro colorato e morbido sembra perfetto su ogni outfit.

    abito velluto luisa beccaria autunno invenro 2018 2019

    Per la sera Luisa Beccaria porta in scena i tessuti di chiara ispirazione Couture. Anche qui mix di dettagli, fiori, volumi, texture differenti e ricercate mentre la palette cromatica si arricchisce di colori più forti come il blu, l’ottanio e il peacock. Impossibile non amare l’abito in velluto drappeggiato di dettagli lurex in argento.

    Termina il defilè, si affievolisce la musica e rimane la sensazione che la donna Luisa Beccaria ci abbia conquistati ancora, con la sua leggerezza e la sua sensualità ma anche con la sua continua ricerca. Di interconnessioni, di affezioni, di interferenze tra universi paralleli che vanno dall’uomo alla donna, all’arte, alla musica e allo stile.