Blue Monday 2020 in Classic Blue: 4 consigli per superarlo

Consigli per essere felici nel giorno più deprimente dell'anno. Basta poco per essere un po' meno tristi durante il Blue Monday

da , il

    Blue Monday 2020 in Classic Blue: 4 consigli per superarlo

    Il terzo lunedì di gennaio è il giorno più triste dell’anno. Si chiama Blue Monday e ormai è (quasi) scientificamente provato che sia il peggiore che c’è. Ma perché si chiama così? La storia del Blue Monday è strana e ha a che fare con il momento in cui realizziamo per la prima volta, ad anno nuovo, che i buoni propositi delle settimane precedenti hanno già iniziato a vacillare.

    Ma non lasciatevi sopraffare dalla tristezza! Ecco 4 consigli per dire no al Blue Monday nel 2020.

    Un po’ di shopping

    Max Mara   Runway: Milan Fashion Week Autumn/Winter 2019/20
    John Phillips | Getty

    Gennaio significa Blue Monday ma significa anche saldi. Allora che stiamo aspettando, lo shopping allevia lo stress, ci dà (almeno) l’illusione di aver riempito le nostre vite con qualche oggetto materiale del desiderio: un bel cappotto, un paio di scarpe, un nuovo dispositivo elettronico per tenerci in contatto col mondo. I negozi ci attendono e un bel pomeriggio di compere con le amiche è la soluzione che fa per noi! E non dimentichiamoci del colore dell’anno: il Classic Blue (Monday). Avete pensato di rifarvi di questa giornata prendendo un morbido cappotto Teddy? Rigorosamente blu.

    Evadete!

    blue monday vacanza
    Song_about_summer | Shutterstock

    Il Blue Monday si rivela come il momento ideale per prenotare un viaggio, per evadere dalla routine in pieno inverno! A chi dispiacerebbe sapere già da ora di avere qualcosa di molto bello da aspettare con ansia? Magari una fuga primaverile, un weekend alle terme, una mini-vacanza al mare in posti già caldi.

    Il secondo consiglio di Stylosophy (dopo lo shopping, of course!) per contrastare il malumore del Blue Monday è proprio questo allora: organizzarsi una piccola fuga, romantica o non. Ormai è diventato semplicissimo fare un giro su internet o sulle decine di app dedicate alle super offerte vacanziere per prenotare velocemente e a prezzi stracciati. Non abbiamo scuse o qualcosa che ci impedisca di evadere un po’.

    Bere bene, mangiare bene

    mangiare bere
    Minerva Studio | Shutterstock

    Nonostante quello di astenersi completamente dall’alcol stia diventando un trend sempre più diffuso tra le celebrities, qui in Italia il richiamo enogastronomico è ancora troppo forte: una cena gustosa tra amici, un weekend-degustazione, una serata stellata al ristorante di qualche grande chef potrebbero essere una buona soluzione alla depressione del Blue Monday. Ah, il piacere del mangiar bene!

    Netflix and chill

    netflix serietv
    Tero Vesalainen | Shutterstock

    E chi l’ha detto che dobbiamo per forza uscire? Potremmo anche rimanere a casa e dedicarci alla lettura del libro che giace da mesi abbandonato sul comodino, o a guardare quel film che ci avevano consigliato tempo fa ma non avevamo mai avuto modo di approcciare. Mai sentita la massima restare a casa è il nuovo uscire? Ebbene, questa è proprio la perla di saggezza che fa al caso nostro. Un bel bagno caldo, una tazza di cioccolata, un pomeriggio all’insegna del beauty e della famosa skin care coreana possono rimetterci in pace col mondo, basta pochissimo!