Speciale Natale

Yves Saint Laurent cambia nome: con Hedi Slimane rimane solo Saint Laurent

Yves Saint Laurent cambia nome: con Hedi Slimane rimane solo Saint Laurent
da in Stilisti, Yves Saint Laurent
Ultimo aggiornamento:

    hedi slimane ysl

    Hedi Slimane cambia volto e anche nome a Yves Saint Laurent. Può un prestigioso marchio di moda, che opera nel settore fashion dal 1962 (senza contare gli anni precedenti nei quali il suo fondatore ha lavorato per grandi brand come Christian Dior!), decidere di punto in bianco di modificare il proprio nome, togliendo, tra l’altro, il nome del suo storico creatore lasciandone solo il cognome? Il mondo della moda oggi è stato scosso da una notizia che è stata confermata solamente oggi dopo i rumors dei giorni scorsi. Hedi Slimane non lavorerà per Yves Saint Laurent, ma solamente per Saint Laurent, dal momento che il nome del grande stilista scomparso nel 2008 verrà cancellato!

    Quando Stefano Pilati ha lasciato Yves Saint Laurent e ha lasciato il suo prestigioso posto di direttore creativo a Hedi Slimane tutte sapevamo che le cose alla maison di moda sarebbero notevolmente cambiate: i due stilisti di moda, infatti, hanno stili decisamente diversi e la storia della maison francese ne avrebbe inevitabilmente risentito.

    A nessuno, però, sarebbe potuto venire in mente che le cose nella maison parigina sarebbero cambiate a tal punto che, sotto la direzione del fotografo-stilista, il fashion brand avrebbe cambiato addirittura il suo nome. Dopo i rumors dei giorni scorsi, che indicavano una modifica dell’etichetta che da decenni ormai ci regala grandi emozioni glamour, ecco che oggi è arrivata la conferma.

    Sarebbe stato lo stesso Hedi Slimane a chiedere ed ottenere questo storico ed epocale cambiamento, per rimodernizzare e dare maggiore freschezza a questa celebre maison francese. Il marchio di moda continuerà a chiamarsi Saint Laurent, senza dunque indicare più il nome di battesimo del grande fashion designer che, dopo aver lavorato per Dior, fondò insieme al socio e compagno Pierre Bergé nel 1962. Da oggi in poi le collezioni saranno di Saint Laurent. E basta!

    Del resto non è la prima volta che un fatto del genere accade: nel 1997, dopo la morte di Gianni Versace, il brand di famiglia assunse una nuova etichetta, mantenendo il cognome Versace ma eliminando il nome di Gianni. Non una novità, dunque, ma in quel caso la decisione venne presa a ridosso della tragica scomparsa dello stilista e non quattro anni dopo, con il sopravvento di un nuovo direttore creativo!

    Rimane il fatto che, dopo tanti anni con quel nome e con la storica sigla YSL, ora dovremo rinunciare alla Ypsilon… A noi sorge spontanea una domanda: ma in tutta questa storia Pierre Bergé non ha nemmeno provato a ribellarsi e a protestare????

    saint laurent paris

    Sarà così il nuovo logo di Yves Saint Laurent, pardon, di Saint Laurent Paris? Il marchio di moda francese, infatti, ha recentemente pubblicato su Facebook, sulla sua pagina ufficiale, l’immagine di una scatola nera, che riporta in bianco una scritta inequivocabile con il nuovo nome voluto dal neo eletto direttore creativo della maison parigina, che a quanto pare vuole stravolgere l’essenza del brand.

    Hedi Slimane, infatti, ha deciso di eliminare il nome di Yves dal marchio di moda da lui fondato, per renderlo più attuale, più moderno, per dargli una nuova allure.

    Dopo tanti giorni di rumors, finalmente abbiamo scoperto che da Yves Saint Laurent si passerà a Saint Laurent Paris, come dimostrerebbe anche questa immagine postata su Facebook: una semplice scritta bianca, semplice senza troppi fronzoli, forse persino un po’ banale e priva di creatività, che indica il nuovo corso della maison di moda francese. Marchio che, bisogna dirlo, quando venne fondato da Yves Saint Laurent non portava il suo nome completo: negli anni Sessanta, infatti, quando lo stilista lanciò la sua collezione di moda pret-a-porter preferì usare “Saint Laurent Rive Gauche”. Un ritorno al passato, dunque, che non è però piaciuto in rete.

    Moltissimi i commenti negativi in merito a questa scelta: c’è chi parla di comportamento irrispettoso, chi sostiene che il semplice “Saint Laurent” suoni come il nome di una pasticceria o di un bar e non di un marchio di moda prestigioso e chi ci va giù pesante. “Questo cambiamento di nome è stupido. Suona come un’imitazione!“.

    Ovviamente c’è anche chi è d’accordo con questa inversione di rotta, ricordando che lo stesso Yves Saint Laurent non aveva messo il suo nome nel brand da lui fondato… Voi che ne pensate? Sia del logo, sia della scelta, ovviamente!

    821

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN StilistiYves Saint Laurent

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI