Speciale Natale

Wheat is Wheat Wheat is Wheat, la mostra di Peddy Mergui sul fashion food [FOTO]

Wheat is Wheat Wheat is Wheat, la mostra di Peddy Mergui sul fashion food [FOTO]
da in Arte, Fotografia, Mostre
Ultimo aggiornamento:

    Apre a San Francisco Wheat is Wheat Wheat is Wheat, la mostra di Peddy Mergui sul fashion food. L’autore vanta una lunga esperienza nel settore della pubblicità ed ora stupisce tutti con queste opere in cui si immagina che i marchi di lusso appongano la loro firma su prodotti alimentari da trovare nel banco frigo o sugli altri scaffali dei supermarket. E chissà se le varie maison non prendano spunto per qualche iniziativa originale; del resto, l’influenza del fashion negli acquisti quotidiani c’è già. Dalle uova griffate Versace alla pasta Ferrari, vi portiamo all’interno del progetto di opere illustrate che sarà in mostra Museum of Craft and Design di San Francisco.

    Il 2014 non è solo l’anno delle tendenze floreali e del verde metal. In questo periodo si celebra nell’ambito della moda il legame sempre più forte con quello del fast food. E tutto è partito dalle passerelle. Moschino Jeremy Scott è riuscito a rendere glam anche le patatine fritte di McDonald’s. Pure questa volta si è mosso fuori da qualunque schema proponendo capi ispirati alla catena di alimentari più famosa al mondo! Ecco che in passerella hanno sfilato abiti con la M del marchio simile a quella del McDonald. E Chanel non è stato da meno grazie alla collezione 2014-2015 presentata al Grand Palais dove ha fatto allestire scaffali e banconi degni del supermarket.

    Come poteva rimanere a guardare il mondo del design? L’artista israeliano Peddy Mergui ha interpretato la grande influenza che il mondo della moda ha nel direzionare i nostri acquisti quotidiani solleticando l’immaginazione con questi prodotti sofisticati che sembrano davvero di marca.

    I packaging di latte, farina e tanto altro, sono di lusso. Ci sono persino le uova Versace, la frutta della Nike o lo yoghurt di Tiffany. Pensate se davvero sbarcassero nei negozi alimentari! Faremmo a gara per accaparraci il prodotto della griffe? Di sicuro la nostra spesa sarebbe super lusso ma bella esteticamente ma quale ruolo riveste il packaging nelle nostre scelte da consumatore? Ad attirarci di più è il marchio del prodotto o la sua qualità? Siamo sicuri che non avremmo nessun desiderio di consumare il latte inscatolato Apple piuttosto che uno normale? In realtà non ci si può permettere di pensare che il tempo delle grandi griffe che flirtano con la quotidianità sia ancora lontano da venire. Basti pensare alle bottiglie di Coca Cola di Marc Jacobs o Jean Paul Gaultier, oppure alle scatoline porta-assorbenti di Christian Lacroix. E questi prodotti sono andati a ruba, prova del fatto che ci lasciamo facilmente influenzare dall’edizione limitata, dall’accessibilità del prodotto, dal packaging e dal suo impatto visivo. La mostra sarà visitabile a San Francisco fino al 15 di Giugno 2014.

    480

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArteFotografiaMostre

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI