Vogue ritocca le modelle ingrassandole: il magro non è di moda

da , il

    Vogue scende in campo in prima linea contro l’anoressia e contro i cattivi modelli che arrivano dalle passerelle di moda. Nonostante gli appelli, le sfilate sono ancora piene di modelle troppo magre, che non danno un buon esempio. Per questo la rivista le farà ingrassare: almeno con photoshop.

    Modelle magrissime, troppo magre, continuano a sfilare sulle passerelle di tutto il mondo. Nel nostro paese era stato fatto un passo avanti, proibendo l’ingresso alle sfilate alle ragazze troppo magre: ma sulle passerelle che contano, purtroppo, il look troppo magro continua ad essere presente.

    Alexandra Shulman, direttrice di Vogue Inghilterra, vuole cercare di fare qualcosa di concreto, per non passare più il messaggio che troppo magro è bello. Per questo la donna protesta contro i designer di moda con una lettera, che doveva rimanere segreta, ma è stata pubblicata, nella quale denuncia questa situazione. Basta ad abiti che possono essere indossati solo da scheletri: riportiamo le curve femminili, quelle sane, in passerella.

    I vestiti che le case di moda ci inviano sono sempre più piccoli. Siamo al punto che le modelle più famose non riescono più a indossarli. Dobbiamo usare modelle senza seno né fianchi, con ossa sporgenti e un look per nulla femminile. Ormai devo chiedere ai fotografi di ritoccare le immagini per far apparire le modelle di taglia più grande“.

    Così sulla sua rivista Vogue compariranno modelle non solo più ossa, ma con un po’ di carne attaccata. Grazie al fotoritocco, che solitamente serve alle star per apparire più giovani e a volte anche più magre. Questa volta servirà per dare il buon esempio.

    Nel video qui sopra uno spot contro l’anoressia.