Valentino compie 85 anni: la sua vita dedicata alla moda [FOTO]

Lo stilista Valentino Garavani è uno dei più grandi couturier di tutti i tempi. I suoi abiti sono stati indossati dalle star di tutto il mondo e i suoi accessori sono dei veri e propri must have desiderati dalle appassionate di moda, come le scarpe Valentino Garavani e le borse, in particolar modo quelle con le borchie. Ripercorriamo insieme la vita, le tappe e la storia di Valentino, dalla fondazione della sua maison ad oggi.

da , il

    Valentino compie 85 anni e la sua vita dedicata alla moda è il più grande regalo che lui ha fatto a tutti noi. Un talento indiscusso, un vero e proprio imperatore del fashion, prima del prêt-à-porter e poi dell’haute couture. Valentino Ludovico Clemente Garavani è nato l’11 maggio 1932, a Voghera, un piccolo comune in provincia di Pavia, e sin da giovane ha seguito la sua grande passione per il mondo della moda. Creatività sartoriale e dedizione per la bellezza femminile: queste sono le chiavi che spingono Valentino Garavani a diventare uno dei più grandi couturier di tutti i tempi.

    Ha frequentato la Scuola di Figurino a Milano, ha studiato il francese presso la Berlitz School e ha viaggiato in tutto il mondo, fermandosi per un lungo periodo a Parigi, la città che lo ha ispirato moltissimo nel suo lavoro; proprio nella capitale francese ha studiato stilismo all’École de La Chambre Syndacale. All’età di 17 anni, complice il film Le Fanciulle delle Follie, il giovane Valentino Garavani resta affascinato dalla bellezza di Lana Turner e Judy Garland, che possiamo definire le sue prime muse.

    È stato al servizio di Jean Dessès e Guy Laroche e dopo aver appreso i segreti dell’alta moda, è tornato a Roma e nel 1957 ha fondato la maison Valentino. Il primo atelier è stato inaugurato in via Condotti solamente due anni dopo.

    Rosso Valentino

    Nel 1959 nasce il famoso Rosso Valentino, una sfumatura intensa e ben definita che lo stilista ha utilizzato per i vestiti confezionati in quel periodo. La tinta fiammeggiante è un mix di carminio, porpora e rosso di cadmio. Si tratta di una tonalità ben precisa e iconica, sin da subito apprezzatissima e riconoscibile. Ecco com’è nato il mito del colore rosso Valentino.

    Valentino e Giancarlo Giammetti hanno iniziato una grande e fortunata collaborazione nel 1960. Per più di 10 anni Giammetti si è occupato della gestione finanziaria e strategica della maison, rendendola una delle più grandi in tutto il mondo ancora oggi. Il primo trionfo dello stilista Valentino è avvenuto al Pitti 1962, dove ha debuttato con la sua prima collezione. Nel 1967 ha esordito con una linea di abbigliamento maschile e l’anno seguente è stato creato il logo Valentino, composto dalla sola iniziale del nome dello stilista.

    L’abito da sposa di Jackie Kennedy del 1968 è stato firmato da Valentino: la ex first lady lo ha indossato per le nozze con Onassis. Gli anni ’60 rappresentano il periodo più felice e più bello secondo lo stilista, un momento in cui si poteva sperimentare e creare dei piccoli capolavori. Il peggiore? Secondo il couturier la moda anni ’80 è stata un vero e proprio disastro, che ha persino definito “un momento volgare”.

    Ad ogni modo, la maison è stata (ed è ancora) una delle più famose al mondo e più apprezzate dalle star. Nel 1997 Vogue UK ha pubblicato una copertina con Lady Diana in abito rosso Valentino. Nel 2001 è la volta di Julia Roberts agli Oscar: l’attrice ha vinto l’ambita statuetta e l’ha ritirata indossando un lungo abito Valentino nero con decorazione bianca e tulle sullo strascico.

    Anche gli anni 2000 sono stati molto belli per lo stilista, che ha dichiarato di adorarli “perché tutti hanno iniziato ad amare l’haute couture”. Le sue creazioni di alta moda sono sublimi ma anche le scarpe Valentino Garavani hanno sempre conquistato il cuore delle fashioniste e delle celebrity. Ecco perché quando lo stilista nel 2007 ha annunciato il suo addio alla carica di direttore creativo della maison, tutti sono rimasti a bocca aperta.

    L’ultima collezione di Valentino è proprio una linea haute couture: la sfilata è stata presentata a Parigi, presso il Musée Rodin e all’evento hanno partecipato le più grandi top model degli anni ’90, tra cui Naomi Campbell, Claudia Schiffer e Eva Herzigova.

    Il regista Matt Tyrnauer, in occasione dell’addio di Valentino alla moda, ha voluto omaggiare lo stilista e la sua storia creativa firmando un film-documentario intitolato “Valentino: The Last Emperor”.

    Al momento del suo addio, a prendere le redini della maison è stata Alessandra Facchinetti che, dopo sole due stagioni, ha lasciato la direzione. La casa di moda assume due nuovi talenti, gli stilisti Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli. La coppia riesce a dare nuovo lustro alla maison, recuperando alcune creazioni d’archivio ma creando anche accessori must have, come le splendide borse Valentino Garavani, in particolar modo le Rockstud bag a tracolla, tra gli oggetti più desiderati dalle donne di tutto il mondo. Anche le Valentino Garavani shoes, in particolare le fortunate Tan-go pump, sono tra i complementi più amati dalle fashioniste.

    Nonostante la nuova direzione creativa, lo stilista Valentino ha comunque continuato a lavorare su commissione. Ha infatti disegnato l’abito da sposa di Anne Hathaway nel 2012 e, l’anno seguente, quello della Principessa Madeleine di Svezia. Nel 2016, invece, Valentino ha disegnato i costumi per La Traviata diretta da Sofia Coppola, e continua a creare su richiesta, dividendosi tra Roma, Parigi, Londra e New York, ma senza staccarsi mai dai suoi cani, ben 5 carlini: Molly, Maggie, Margot, Maude e Monty.

    La maison Valentino oggi è guidata solamente dal Pierpaolo Piccioli; nel 2016 Maria Grazia Chiuri è diventata la stilista di Dior. Intanto, Valentino Garavani continua a essere ancora una delle personalità più importanti del mondo della moda e recentemente è apparso accanto a Monica Bellucci, in occasione del Met Gala 2017: l’attrice italiana ha indossato per l’occasione proprio un lungo abito nero del designer.

    Nella nostra gallery potrete vedere le immagini che rappresentano lo stile di Valentino, dagli esordi ad oggi.