Upim pop store: il gruppo Coin rivoluziona lo shopping

da , il

    Il nuovissimo logo degli Upim pop store

    Il Gruppo veneto Coin, fondato nel 1919, ha scelto di rilanciare alcuni selezionati Upim store con un vero e proprio restyling. Milano e Roma sono i punti di partenza da cui è stato lanciato il nuovo format che l’azienda italiana ha ideato per rilanciare Upim: questo rinnovamento, nel giro di pochi mesi, ha visto nascere quattro store Upim pop. Le aperture sono avvenute proprio qualche giorno fa: mercoledì 15 settembre è stata la volta del capoluogo lombardo con gli Upim Pop di Piazzale Corvetto e Corso Buenos Aires, mentre venerdì 17 la capitale ha inaugurato i negozi di Santa Maria Maggiore e Via Tuscolana.

    Stefano Beraldo, amministratore delegato del Gruppo Coin, ha spiegato le dinamiche dei nuovissimi Upim Pop: “…è stato avviato un restyling estetico che ha portato alla realizzazione di quattro Upim Pop in the city, per i quali ci siamo affidati agli architetti italiani Aldo Parisotto e Massimo Formentari, così da avere dei punti vendita dal volto completamente diverso da OVS Industry e Coin“.

    Grandi novità anche nel metodo scelto per pubblicizzare gli opening; è stato infatti indetto il progetto Upim Pop Photo Contest in cui si invitavano giovani grafici ad inviare le proprie idee per la creazione di un nuovo logo, contribuendo così a dare una nuova immagine a Upim.

    La novità che salta all’occhio passeggiando per uno di questi nuovissimi store è innanzitutto la grande trasversalità dei punti vendita, nei quali i clienti possono trovare trovare dall’abbigliamento alla profumeria fino alla cultura e alla tecnologia. Per l’elettronica è stato scelto Euronics, i libri si trovano nei corner dedicati alla Libreria Feltinelli, Mondadori o Arion, merceria e piccolo bricolage sono rappresentati rispettivamente da Coats e Oreca New, mentre l’area ristorazione è stata affidata Goppion Caffè, Culto e Mò Food Caffè.