Tommy Hilfiger celebra i suoi 25 anni di moda con la Icon collection

da , il

    Tommy Hilfiger 25 anni di moda

    Lo stilista americano Tommy Hilfiger, nella serata forse più attesa della settimana della moda di New York, festeggia i suoi 25 anni di moda con una grande festa al Lincoln center, con champagne, celebrities e la musica degli Strokes come sottofondo. Ma soprattutto, lancia per l’occasione una nuova collezione in limited edition, la Icon collection, composta da 25 capi, ognuno dei quali ispirato a uno dei suoi cantanti o attori preferiti, così la collezione è composta anche un trench senza maniche ispirato a Grace Kelly, un giaccone dedicato a Jeames Dean e una felpa che ricalca lo stile della cantante dei Blondie Debbie Harry.

    Il brand Tommy Hilfiger è uno dei pochi ad essere presente il quasi tutto il mondo, più precisamente in 165 paesi con ben 1000 store.

    Nella sua collezione in edizione limitata, non mancano neanche Iggy Pop e Steve McQueen.

    Lo stilista, parlando del suo anniversario, ha dichiarato che se pensa ai suoi esordi allora ricorda il 69 quando, nella città in cui è nato, nello stato di New York, cominciò a vendere i primi jeans.

    «Aprii un negozio che si chiamava People’s place e me lo porto ancora dentro perché da lì nasce il mio sogno americano, dalla voglia di vestire la gente più cool. Tra i miei primi clienti c’era Bruce Springsteen»

    e ancora

    «Allora a interpretare il preppy c’erano solo Brooks Brothers e Ralph Lauren che gli dava una valenza molto British. Da subito il mio stile è stato più irriverente, casual, giovane, influenzato non solo dal New England ma anche dalla West coast. Volevo mescolare la moda alla musica e all’arte: presto attirai rapper come Snoop Dogg che usavano i miei vestiti per proiettare un’immagine di ricchezza e successo» dice Hilfiger al giornale Panorama, che lo incontra a New York.

    Tra le priorità dello stilista, oltre alla moda è alla musica, c’è sempre stata anche la beneficenza infatti, grazie alla organizzazione Millenium Promise, che ha come obiettivo quello di sconfiggere la estrema povertà nel mondo entro il 2015, ha sostenuto tanti paesi ed in particolare il Ruanda.

    Nonostante in confronto al 1985 la concorrenza sia aumentata, vedi Gap, che sta per aprire due store anche in Italia, Benetton, Abercrombie, il brand di Tommy Hilfiger procede a gonfie vele.

    E a chi gli fa notare che è sulla cresta dell’onda ormai da tanto tempo risponde:

    «Quando vedo i grandi come Giorgio Armani o Karl Lagerfeld lavorare ancora ai massimi livelli a più di 70 anni, penso che io ho solo 59 anni, e un grande futuro davanti».

    Beauty in the Sun