Speciale Natale

Tendenza capelli estate 2016: il ritorno delle beach waves [FOTO]

Tendenza capelli estate 2016: il ritorno delle beach waves [FOTO]
da in Bellezza, Hair style, Tendenze capelli 2016
Ultimo aggiornamento:

    Una tendenza capelli estate 2016 che è quasi una certezza stagione dopo stagione, di cosa stiamo parlando? Del ritono delle beach waves ovviamente, ovvero quelle meravigliose onde super naturali, proprio come se i capelli fossero stati lasciati asciugare al sole dopo un bel bagno in mare. E in effetti in estate può anche essere così (purché li abbiate lavati dalla saledine), ma di certo esistono modi per ottenere questo effetto anche grazie a prodotti e pieghe particolari. Esploriamo insieme il trend!

    Come abbiamo detto le beach waves tra i capelli si chiamano così proprio perché la chioma, se lasciata asciugare al sole dopo un bel bagno al mare, assume quell’effetto mosso naturale che ci sforziamo di riprodurre in ogni modo anche nelle altre stagioni e lontane dalla spiaggia, ma ottenerlo è davvero difficile. Le beach waves sono una caratteristica tipica di ha già un capello mosso o ondulato di natura, sono più difficili da ottenere in modo naturale per chi ha i capelli lisci come spaghetti e, infine, sono lontani dalla realtà per le ricce, che tali rimarranno.

    Ma come si ottengono delle beach waves perfette? Prima di tutto bisogna considerare che è l’effetto di salsedine tra i capelli e asciugatura al sole che rende queste onde così perfette e naturali, ma, ne va della salute della chioma, la salsedine non possiamo lasciarla troppo a lungo, uno shampoo, anche leggero, va fatto. Il primo consiglio è quello di portare sempre in spiaggia con sé un prodotto per capelli, uno spray o un olio secco protettivo per la chioma costituiscono la prima barriera, e, una volta risciacquati con abbondante acqua, lasciano il capello nella condizione ottimale per ottenere delle beach waves super naturali. L’ideale è lasciarli asciugare all’aria aperta, ma se avete fretta (o problemi di cervicale) potete aiutarvi con il phon a bassa temperatura e il diffusore da tenere a circa 15/20 cm di distanza dalla testa.

    Questa è la procedura ideale per chi parte da una base di capelli mossi e dunque non ha bisogno di grossi interventi per ottenere le beach waves perfette.

    E per chi ha i capelli lisci o un mosso non omogeneo? In questo caso l’aiuto “esterno” deve essere più significativo, ma nulla è impossibile: dopo aver lavato i capelli con la solita routine shampoo e balsamo (evitando prodotti con specifico intento lisciante), si procede con l’applicazione di un prodotto che aiuti ad ottenere l’effetto mosso: può trattarsi di una schiuma o di uno spray effetto salino che riproduce proprio la sensazione del mare, dopo averlo lasciato agire qualche momento, si procede normalmente, o con l’asciugatura all’aria o con phon e diffusore. Per chi ha proprio i capelli lisci come spaghetti e dunque una soluzione del genere non reggerebbe molto si può pensare ad un’azione più strong: realizzare dei boccoli con un ferro molto caldo su tutta la chioma qualche ora prima di sfoggiare i capelli beach waves e raccoglierli con una retina, scioglierli mezz’ora prima dell’uscita e aspettare che il riccio iniziale si trasformi un mosso morbido. Non durerà per sempre ma, almeno, farà per qualche ora provare l’ebrezza di avere delle beach waves da vera star!

    583

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BellezzaHair styleTendenze capelli 2016

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI