T-shirt Dior con slogan femministi: must have o ossessione?

Scopriamo insieme uno dei must have del 2017 del quale non potremo fare a meno: la t-shirt di Dior con slogan femministi disegnata da Maria Grazia Chiuri. Ecco perché è diventata la vera ossessione delle donne.

da , il

    Perché la t-shirt di Dior con slogan femministi è l’ossessione delle fashion victims del 2017? Probabilmente perché Maria Grazia Chiuri ha trovato un modo per rilanciare la maison francese. Insomma, l’abbiamo visto in passato con John Galliano, con le sue creazioni che riportavano la scritta J’Adore Dior, indossate dalle star di tutto il mondo e non solo. La stilista italiana, da poco meno di un anno a capo del marchio francese, ha ricavalcato quella fortunatissima scia e ha proposto la sua personale versione di must have.

    Maria Grazia Chiuri e John Galliano

    Prima che Maria Grazia Chiuri diventasse stilista per Dior, tra l’altro la prima donna a firmare la linea della maison, altri in passato hanno provato a creare un vero e proprio feticcio. Non è il caso di Raf Simons, ma lo è stato di John Galliano, che ebbe l’intuizione giusta (in realtà più di una) e rilanciò il marchio. Una casa di moda, tra le più prestigiose al mondo, produceva una maglietta con una scritta semplice e diretta: J’Adore Dior. Immediatamente divenne un must have che tutte dovevano avere. Tutte. E così il messaggio comparì anche su altri complementi della griffe. Inoltre, come non ricordare uno dei look di Carrie Bradshaw mentre indossa proprio questa maglietta? Ad ogni modo, abbiamo un precedente e Maria Grazia Chiuri l’ha colto e l’ha fatto suo, lanciando messaggi rivoluzionari e femministi, che ora tutte vogliono “indossare”.

    T-shirt Dior vs mocassini col pelo di Gucci

    Negli anni ’90 i brand di tutto il mondo amavano firmare con loghi oversize le proprie creazioni. In pratica, chiunque indossava qualcosa “di marca” si faceva portavoce di un brand. Una chiara e forte ostentazione del proprio stile. Pian piano, però, tutta questa logomania ha stancato designer e clienti. Ecco che bisognava inventarsi qualcosa che fosse riconoscibile ma senza marchio in vista. Qualcuno ci è riuscito con delle applicazioni, come le borchie di Valentino, e altri con lavorazioni sofisticate, come i tattoo dress di Zuhair Murad. Quando Alessandro Michele è giunto da Gucci, ha portato in scena una ventata di colore, di ricami, applicazioni e dettagli altamente riconoscibili, ma il pezzo che più identifica la sua era sono i mocassini col pelo, che ricordano delle antiche pantofole invernali – anche se sono utilizzati persino in estate. A quanto pare, però, questo è un must have amato da alcuni, ma odiato da molti, perché non facilmente indossabile, mentre la t-shirt di Dior by Chiuri è sicuramente una proposta più accettabile e facile per tutti. Ecco perché questa è e sarà la grande ossessione del 2017 delle appassionate di moda.

    Celebs con t-shirt Dior

    Ovviamente, nemmeno a dirlo, a rendere più desiderabile e famoso un capo di abbigliamento o un accessorio, ci pensano le celebs. Sono tante le star che indossano la t-shirt di Dior con le scritte femministe, e ci mostrano come sia semplice realizzare un look di tendenza, abbinandolo a creazioni molto diverse tra loro: dai jeans alla gonna di tulle, dal tailleur a un pantalone sportivo. Di sicuro alle sfilate della Paris Couture week abbiamo visto questo interessante feticcio su alcuni volti noti del fashion system, come Chiara Ferragni. Sulla stessa scia Rihanna, che, come ben sapete, è l’influencer mondiale per eccellenza. E ora, diteci se non desiderate anche voi questa maglietta di Dior