Subway letteratura: i maestri di domani

da , il

    Subway letteratura

    Il concorso letterario Subway Letteratura è giunto alla sesta edizione, segno di un notevole interesse da parte del pubblico, sia come lettori che come partecipanti. Anche il 2006 ha visto i propri vincitori. La manifestazione culturale è promossa dall’Associazione No Profit Laboratorio E-20 e ha lo scopo di promuovere e valorizzare ogni anno nuovi giovani autori. I racconti e le poesie vengono giudicati da una selezionata giuria che annovera scrittori e critici letterari. Le sezioni sono due: narrativa e poesia. Quest’ultima c’è dal 2004.

    Condizioni necessarie per partecipare al concorso sono l’età, cioè bisogna non aver compiuto i 35 anni, e l’originalità del racconto o della poesia. Inoltre, bisogna indicare il numero di fermate che si pensa siano necessarie alla lettura e il genere letterario in cui si colloca. Interessante il fatto che si possano inventare generi letterari insoliti, come “Racconto di osservazione” o “Biografia probabile”

    Ogni anno, il termine ultimo per mandare gli elaborati è intorno alla metà di febbraio, mentre i risultati vengono resi noti a maggio. Quindi, le opere scelte vengono posti in apposite griglie collocate per l’occasione nelle principali stazioni della metropolitana a Milano, Napoli e Roma, per un totale di 75 box letterari e 3000.000 di copie e hanno la prefazione di un personaggio in vista del mondo della cultura, membri anche della giuria, come lo scrittore Andrea G. Pinketts , le scittrici Alessandra Casella e Caterina Bonvicini o la giornalista di Repubblica Flavia Piccinni.

    Nella griglia, troviamo tredici caselle: undici per le opere di narrativa, una per una raccolta di poesie e una che contiene un bilancio dell’edizione fatto dai promotori del concorso.