Second Life: su internet arriva la polizia

da , il

    Second Life: su internet arriva la polizia

    Anche la polizia adesso sbarca su Second Life. Ma non per spiegare al mondo degli internauti come funziona il loro corpo e quali sono i loro doveri. La polizia italiana scenderà in campo all’interno della community più visitata e abitata della rete per fare il proprio dovere: gli agenti lavoreranno in questo mondo per acciuffare truffatori e ladri che negli ultimi tempi si stanno moltiplicando anche nel cyber-spazio.

    Gli agenti specializzati della polizia postale e delle comunicazioni avranno il difficile compito di monitorare tutte le attività che si svolgono su Second Life, per scovare eventuali crimini commessi in questo mondo virtuale. La paura più forte è che la community diventi un terreno fertile per lo scambio di materiale pedo-pornografico. “Da qui la decisione di infiltrare poliziotti che, coperti come tutti dall’anonimato di identità fittizie (dette avatar), vivono in questa vera e propria dimensione alternativa, frequentano gli stessi posti e cercano di raccogliere informazioni“. Second Life diventerà un posto più sicuro per tutti?