Se essere blogger di moda diventa un lavoro, che costa caro

Se essere blogger di moda diventa un lavoro, che costa caro
da in Chiara Ferragni, Internet Style, Moda, Stefanel, Stilisti, Vip Style
Ultimo aggiornamento:

    blogger chiara ferragni

    Nel marasma della rete siamo incappati in una notizia che ci ha fatto molto riflettere e che riguarda un evento che il marchio di moda Stefanel ha deciso di dedicare ai fashion blogger di tutto il mondo nella città di Milano. Eventi del genere vengono ormai proposti da tutti i più famosi brand, che si rivolgono direttamente a quelli che, giustamente, vengono considerati come i nuovi opinion leader del settore della moda. Ma se la rete può vantare una schiera di blogger che possono veramente fregiarsi di questo titolo, ce ne sono altri che forse stanno un po’ approfittando della situazione.

    Ma partiamo dall’inizio. Su Repubblica leggiamo che Stefanel ha invitato a Milano un gruppo selezionato di blogger provenienti da ogni angolo del mondo. Lo scopo era quello di mostrare loro la nuova collezione di moda, per ascoltarne i pareri e sperare che se ne parlasse a lungo sulla rete, come avviene generalmente quando eventi del genere vengono realizzati invitando gli addetti al settore del web 2.0.

    Per quanto riguarda i nomi italiani presenti all’appuntamento, non ci è voluto molto per notare che mancava quello della fashion blogger più famosa nel nostro paese. Il giornalista di Repubblica, non sappiamo per quale motivo, non ne indica apertamente il nome, ma sono moltissimi gli indizi che ci portano a credere che si tratti della famosa insalata bionda. Ebbene si, Chiara Ferragni, dopo il flop con Yamamay, torna a far parlare di sè.

    I rumors, infatti, sostengono che la fashion blogger italiana assente all’evento fosse in realtà stata invitata, ma che abbia risposto con la solita richiesta di un cachet. Premettendo che nessun altro fashion blogger riceve compensi per partecipare a tali manifestazioni, sembrerebbe che per lei sia la normalità, visto che anche altri brand hanno ‘denunciato’ il tariffario della blogger.

    Tariffario che sarebbe stato presentato anche a Stefanel, che a quanto pare ha preferito fare a meno dei suoi servigi. Ottima scelta, se davvero è andata così!

    Chiara Ferragni, infatti, nata sul web come fashion blogger – di quelle che amano farsi fotografare con i look che indossano per mostrarsi a schiere di ammiratori – avrebbe deciso di fare un balzo di qualità. Vorrebbe infatti abbandonare l’etichetta di blogger, sempre secondo i rumors che circolano, oltre che partecipare solo agli eventi dei marchi che contano, solo il top del top. Anche se non disdegna che il suo nome venga accostato a Mango Touch, noto brand low cost spagnolo, per il lancio di una collezione speciale di accessori per la quale, immaginiamo, guadagni una percentuale.

    Che Chiara Ferragni punti ormai solo al meglio, però, è un fatto che si palesa ogni giorno con le notizie che la riguardano. Ci aveva provato con Dolce&Gabbana tempo fa, pretendendo, oltre all’invito ad una festa esclusiva, anche una copia della richiestissima Sicily Bag. ricevendo però un sonoro un due di picche che rende onore al marchio di moda italiano!

    Insomma, un piccolo caso tutto italiano che mostra come una ragazza, e si una ragazza, non una professionista, abbia stravolto così tanto il ruolo di fashion blogger da renderlo quasi simile a una grossa campagna pubblicitaria. A pagamento. Peccato, perché di vere blogger sulla rete ce ne sono tante, che meriterebbero molta più attenzione di un’insalata bionda che rinnega il mondo che le ha dato popolarità e fama… Oltre che un sacco di soldi visti i suoi cachet!

    Aspettiamo comunque conferma dal marchio di moda Stefanel o da Repubblica stessa sul nome della blogger sotto accusa…insomma, magari ci stiamo sbagliando…

    658

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Chiara FerragniInternet StyleModaStefanelStilistiVip Style Ultimo aggiornamento: Martedì 21/06/2016 07:48
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI