Scopriamo insieme la vera storia del Monogram di Louis Vuitton con le foto degli accessori più glamour

da , il

    Il Monogram di Louis Vuitton è ormai entrato nella leggenda della moda. Ogni donna lo conosce e lo sa distinguere a prima vista, anche perché gli accessori del marchio di moda francese proposti con la celebre tela cerata riportante questo marchio sono dei must have per il guardaroba femminile, degli evergreen che accompagnano il nostro stile da 115 anni. Il simbolo per eccellenza di Louis Vuitton nasceva infatti nel 1896: e da allora è un segno incontrastato di eleganza, femminilità e lusso. Scopriamo insieme la storia di uno dei simboli più forti del mondo della moda!

    Il Monogram di Louis Vuitton oggi è protagonista di un servizio di personalizzazione, proposta anche sul sito internet dello storico brand francese, oltre che in alcuni selezionati negozi del marchio, che non è assolutamente una novità, visto che già nell’Ottocento moltissime famiglie personalizzavano gli articoli da viaggio con il loro stemma nobiliare.

    Molte le leggende che girano intorno alla storia del marchio di moda francese. All’inizio, in realtà, i bauli Louis Vuitton non riportavano il Monogram, ma erano rivestiti da una tela di cotone cerata grigia, la Grey Trianon, che rendeva gli accessori impermeabili. Nel 1872, per evitare le già numerose imitazioni, Louis Vuitton in persona decise di creare un motivo che potesse distinguere gli accessori. Si iniziò con un motivo a righe rosse e beige, mentre il celebre pattern Damier, a scacchi beige e marroni, venne ideato dal figlio Georges, che in seguito inventò anche l’ormai famosissimo Monogram Louis Vuitton.

    Il disegno venne elaborato nel 1896, con ispirazione giapponese. Fiori, simboli geometrici e le iniziali di Louis Vuitton si combinavano così insieme in un pattern che ha fatto storia. Il Monogram Louis Vuitton nasceva così come lo conosciamo oggi, con un motivo composto da un fiore di quattro petali rotondi dentro un cerchio, un fiore a quattro punte, un diamante con i lati concavi contenente – in negativo- lo stesso fiore, oltre che le iniziali intrecciate del nome del padre fondatore, che era scomparso quattro anni prima. La tela Monogram fu registrata come motivo nel 1897 e come marchio 8 anni dopo.

    E da allora è stato un successo continuo!