Milano Moda Donna

Pretty Woman compie 25 anni: il film che ha fatto sognare milioni di donne

Pretty Woman compie 25 anni: il film che ha fatto sognare milioni di donne
da in Cinema
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18/03/2015 15:49

    Pretty Woman film Pretty Woman compie 25 anni: il film icona del 1990, che ha fatto sognare milioni di donne con la straordinaria relazione tra Vivian e Edward, resta ancora una storia d’amore molto attuale. Non c’è persona che non l’abbia visto, anche solo di sfuggita, almeno una volta nella propria vita. Julia Roberts e Richard Gere nel film sono stati straordinari ed è per questo che le scene sono impresse nella memoria dei più e le frasi di Pretty Woman sono un cult senza precedenti. Riviviamole insieme!

    1 ritardo pretty woman Capita spesso di tardare a un appuntamento importante e galante ma a volte una parola giusta può fare la differenza. Proprio come nella scena in cui i due si devono incontrare ma Edward arriva più tardi. “Sei in ritardo” “Sei bellissima” “Non sei in ritardo”.

    Uomini, imparate!

    2 pretty woman Nella vita ogni storia d’amore ha i suoi bassi e il più delle volte sono proprio questi quelli che ricordiamo, tanto da cascare nell’assoluto cinismo. Una conversazione tra Vivian e Kit, sua amica, sintetizza bene il tutto. “Tu fammi un solo esempio di una che conosciamo alla quale è andata bene.” “Vuoi un esempio? Vuoi che ti faccia un nome? Vuoi che ti dica un nome insomma, uno qualunque.” “Sì, uno. Me ne basta uno.” “Dio, che ossessione sono i nomi… quel gran culo di Cenerentola!”

    Spudorata somma Carina è diverso da bella, lo sappiamo tutte. E simpatico è molto differente da interessante. Ma quando si parla di somme di denaro quali sono gli aggettivi giusti? Anche qui Richard Gere offre una saggia lezione alla sua dolce Julia Roberts: “Mi scusi signore, esattamente per sfacciata somma di denaro, intendeva disinvolta o, diciamo, spudorata?” “Spudorata, diciamo!” “Quanto mi piace quest’uomo!”

    4 cattiverie Perché se ci dicono qualcosa di bello quasi non gli diamo peso mentre se ci giunge all’orecchio qualcosa di sgradito ne facciamo un dramma? Le cattiverie sono all’ordine del giorno ma ognuno dovrebbe gestirle al meglio. Questa volta è Richard, con un’iconica frase di Pretty Woman, a scuotere l’effervescente Vivian: “E’ molto più facile credere alle cattiverie, ci hai mai fatto caso?”

    5 carta di credito Ebbene sì, la carta di credito, o meglio la propria disponibilità economica è ciò che rende le persone attorno più docili e gentili. Insomma, l’abito fa il monaco, non c’è niente da fare; è stato così nel 1990 ed è così tutt’oggi. A insegnarlo è ancora Edward che rispondendo all’accusa di Vivian, di non voler acquistare in certe boutique lussuose, le dice: “Non sono mai gentili con la gente: sono gentili con le carte di credito”

    6 ristorante Vi è mai capitato di andare al ristorante e lasciar fare a qualcun altro la vostra ordinazione? Vivian l’ha fatto e le sono capitate delle escargot… “Stron*e lumachine!”

    7 finale Ogni storia d’amore vera che si rispetti deve avere un finale da favola. Vivian l’ha desiderato così ardentemente che le è capitato davvero, nonostante le avversità che Edward ha dovuto affrontare, ovvero salire su una scala sebbene soffrisse di vertigini. “E che succede dopo che lui ha scalato la torre e salvato lei?” “Che lei salva lui!”

    817

    Milano Moda Donna