Polidesign di Milano al Sigep: convegno sul Food Experience Design

Polidesign di Milano al Sigep: convegno sul Food Experience Design
da in Artisti, Design, Designer, Food
Ultimo aggiornamento:

    Food Experience Desig

    Food Experience Desig

    Evoluzione dei punti vendita come luoghi d’innovazione, di design e di relazione con il pubblico è stato il tema della Tavola Rotonda organizzata dal POLI.design – Consorzio del Politecnico di Milano al Sigep di Rimini.
    A parlare delle nuove tendenze del food experience e delle nuove competenze richieste ai progettisti che si muovono in questo ambito, sono stati Marco Lucchi, architetto specializzato in retail e locali per l’entertainment; Paolo Barichella, coordinatore della nuova delegazione ADI Food Design; Carlo Meo, sociologo dei consumi, che ha presentato il suo nuovo libro “Pane e marketing” (gentilmente regalatoci alla fine del convegno e che andremo presto a leggere).

    L’incontro è stato moderato da Giampietro Sacchi docente del Politecnico di Milano e del corso di Food Experience Design.

    Durante il convegno sono stati altresì presentati i lavori dei giovanissimi progettisti italiani e stranieri che hanno partecipato al corso di specializzazione post-universitaria in “Food Experience Design – Panetteria, Pasticceria & Gelateria. Progettare per il nuovo retail alimentare”.
    I lavori Vanilla Sky del gruppo Officina 52, Evaluna peccateria del team Open Salad, Fil du Manger di Whomen? e Dessert d’Essai di Zerosei periodico sono stati sviluppati utilizzando una reale location di Milano, dove sarà realizzato un punto vendita dedicato al gelato.
    Il nuovo master in Food Experience Design, partirà il prossimo autunno con l’obiettivo di formare designer esperti nella progettazione di punti vendita all’avanguardia, seguendo i più moderni concetti di design e stile.

    “I negozi e i luoghi della nostra cultura commerciale hanno bisogno di evolversi: una considerazione semplice, banale ma quanto mai urgente. Se nella moda,nella grande distribuzione, nell’entertaiment negli ultimi anni i concept di negozio si sono continuamente evoluti, per i negozi tradizionali questo non è accaduto, o addirittura, è stato più facile farli scomparire che rinnovarli”.

    351

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArtistiDesignDesignerFood
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI