Philippe Starck: il design è un lavoro inutile. Meglio cambiare mestiere…

da , il

    Philippe Starck: il design è un lavoro inutile. Meglio cambiare mestiere…

    Philippe Starck è sicuramente uno degli artisti più famosi, ma anche più particolari ed eccentrici che il design abbia mai visto. Noi di Stylosophy ve lo abbiamo presentato in occasione del Salone del Mobile 2007. Ma pare che nel suo futuro non ci sia più posto per questo lavoro, che lui considera addirittura inutile. Philippe Starck spara a zero su quell’arte, il design, che lo ha reso tanto celebre.

    Giovedì scorso, infatti, durante un’intervista al supplemento “Leben” del giornale tedesco “Die Zeit“, Philippe Starck ha annunciato al mondo intero che entro due anni cambierà mestiere. Tutta colpa del design, che lo ha stancato. “Tutto quello che ho creato è assolutamente inutile. Da un punto di vista strutturale, il design è totalmente inutile. Un lavoro utile è l’astronomo, il biologo o qualcosa del genere. Ma il design, non è niente“. Come al solito Philippe Starck non usa mezzi termini.

    Io ho tentato di dare ai miei prodotti un po’ di senso e di energia. Ma anche quando ho donato il meglio di me stesso, era assurdo“. E poi ha aggiunto una riflessione molto profonda: “Ho creato talmente tante cose, senza veramente interessarmi. Forse tutti questi anni sono stati necessari perchè io mi rendessi conto finalmente che alla fine noi non abbiamo bisogno di niente. Noi possediamo sempre troppo“. In realtà, l’uomo non ha bisogno di “niente di materiale“, ma solo della “capacità di amare”, dell’”intelligenza” e dell’”etica“.

    E qui la promessa di cambiare a breve mestiere: “Ero un produttore di cose materiali (…). In futuro, voglio essere un fabbricante di concetti. Sarà molto più utile“. “Tra due anni, mi fermerò, è sicuro. Farò altre cose, non so ancora cosa. Sarà una nuova forma d’espressione. Una nuova arma, più rapida, più violenta e più leggera del design“. Non ci resta che aspettare pazientemente la sua svolta!