Natalia Vodianova: è meglio essere magre che grasse

da , il

    Natalia Vodianova

    Dichiarazioni choc della modella russa Natalia Vodianova. Il volto di molte campagne pubblicitarie e di molte sfilate dei migliori marchi di moda, infatti, ha voluto dire la sua in merito ad un tema davvero scottante, come quello legato ai disturbi alimentari. Da una top model famosa e amata in tutto il mondo come lei ci sarebbe aspettate parole dure nei confronti di chi persegue a tutti i costi un modello di bellezza non sano. E invece lei cosa ha avuto la brillante idea di dire? Che, in fin dei conti, è molto meglio essere magre, che avere qualche chilo di troppo. Dichiarazioni che hanno sollevato moltissime polemiche.

    Natalia Vodianova non è purtroppo la prima esponente del mondo della moda a rilasciare dichiarazioni choc di questo tipo. Vi ricordate il polverone che aveva sollevato un’affermazione di Karl Lagerfeld che riguardava la sua preferenza per le modelle magre? Di recente, poi, il Kaiser della moda internazionale era nuovamente finito nel mirino dei sostenitori di modelli di bellezza più sani per aver indicato come grassottella la cantante Adele, scusandosi poi con una fornitura di borse Chanel praticamente a vita!

    Ora tocca a Natalia Vodianova fare uno scivolone di stile, intervenendo in merito al dibattito legato ai disturbi alimentari. L’occasione per parlarne è stato il Vogue Festival, che si è svolto di recente, dove la celebre modella russa ha detto la sua opinione riguardo alla bellezza e alla salute. Scatenando un putiferio, anche perché le sue sono parole forti.

    Rispetto il mio corpo, il mio corpo è il mio tempio“. E fin qui nulla di male. La modella ha poi aggiunto: “Se mangio come un maiale, mi sentirò come un maiale. Ogni tanto ho delle cene da cinque stelle e sette portate con i miei nonni. Al mattino però mi sveglio e mi sento male. Se mi sento così allora vuol dire che non sto bene con me stessa“. Ragionamento che fila, non fosse che poi alla fine del suo discorso Natalia ha inserito una frase che non è passata inosservata: “Dai ragazzi, lo sanno tutti che è meglio essere skinny che grassi“, aggiungendo poi: “Il Servizio Nazionale della Sanità sta lottando contro l’obesità- i bambini obesi vengono tolti dalle famiglie. Leggete il Daily Mail“.

    La modella si è poi difesa sul suo profilo di Facebook, sottolineando come le sue dichiarazioni siano state decontestualizzate. La top sottolinea come non stesse tenendo un discorso, altrimenti avrebbe scelto con maggiore cura le sue parole, difendendo allo stesso tempo l’industria fashion per la quale lavora e sottolineando come allora, il dito, dovrebbe essere puntato anche contro l’industria del cibo, quella dell’editoria che propone continuamente libri di diete e via discorrendo…