Monnalisa: la nuova boutique di New York

da , il

    Monnalisa e’ ottimista. Il marchio di moda dedicato ai piu’ piccoli, infatti, cerca di uscire dalla crisi non compiangendosi o limitando le proprie imprese sul mercato. Ma aggredendolo, come ci dice Piero Iacomoni, il proprietario del marchio, che ha partecipato all’ultima edizione di Pitti Bimbo.

    E per dimostrare che non scherza e che non si tratta solamente di parole pronte a disperdersi con il vento, il brand ha aperto una nuova boutique a New York: “Lo scorso 9 luglio abbiamo inaugurato la nostra prima boutique newyorkese di 100 metri quadrati sulla Third Avenue nell’esclusivo Upper East Side. Una scelta coraggiosa, in un momento di crisi come quello attuale, ma assolutamente in linea con la mia idea che è quella che, per superare la fase di stallo è necessario investire ed innovare“.

    Insomma, per battere la crisi economica la moda deve rispondere in questo modo: essendo presente sul mercato, stringendo i denti e cercando di proporre idee: “In momenti come quelli attuali è assolutamente necessario credere in quello che si fa senza farsi condizionare dal mercato ove, proprio adesso, possono nascere, per aziende sane e con voglia di andare vanti investendo nel proprio business, ottime occasioni“.

    Molti brand di moda come Monnalisa dovrebbero osare un po’ di piu’ sul mercato, magari aprendo gli orizzonti o trovando delle soluzioni di compromesso per superare questo difficile momento.

    Nel video qui sopra un omaggio alla moda di Monnalisa.