Modelli e anoressia: è polemica nella moda sulle “taglie zero”

Modelli e anoressia: è polemica nella moda sulle “taglie zero”
da in Designer, Donna, Moda, Modelli, Anoressia
Ultimo aggiornamento:

    L’anoressia non è una malattia che colpisce solamente le ragazze. Se solitamente siamo tristemente abituati a vedere sfilare in passerella modelle dalla taglia che rasenta l’anoressia, non pensiate che i colleghi maschi siano esentati da questo cattivo esempio di canone di bellezza che la moda ci propone. E dalla Gran Bretagna e dall’America arriva l’allarme per i nuovi modelli dalla “taglia zero“.

    Gambe stecchino, fianchi inesistenti e petto piattissimo: questa magrezza dei modelli presenti nella nostra galleria di immagini ci fa rabbrividire. Dopo tutti i tentativi di allontanare l’anoressia dalle passerelle di moda, queste fotografie ci fanno capire che nulla è cambiato. Anzi, qualcosa sì: se prima sulle passerelle i modelli uomini mostravano un fisico palestrato da far invidia a tutti i maschietti, adesso si presentano magrissimi. Troppo magri.

    E questo cattivo esempio sta già avendo i suoi effetti negativi: sono in aumento i casi di anoressia tra gli uomini.

    Oggi quando mi chiamano ragazzi del Texas alti un metro e novanta, la prima domanda che purtroppo mi viene da fare è: quanto pesi? Magro, magro, magro. In questo momento non va nient’altro“. Questo il commento di Dave Fothergill, il direttore dell’agenzia Red Model Management. Un commento amaro su questa triste vicenda che vede come protagonisti modelli scheletrici come “David Lindwall, Nicolas Bemberg, Chris Ulyatt, Sascha Kooienga o come Stas Svetlichny“.

    291

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DesignerDonnaModaModelliAnoressia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI