Moda e Glamour: tornano le righe

da , il

    Moschino

    Da tempo le vetrine più eleganti espongono capi rigati di ogni genere: giacche, maglie, pantaloni, abiti, gonne, pantaloncini, camicie; righe larghe, strette, colorate, in bianco e nero, orizzontali, verticali, rigorose, spiritose, minimaliste, marinare.

    Non solo i grandi stilisti, come Moschino e Armani, ma anche catene di negozi come Zara offrono una vasta scelta di indumenti rigati adatti a un po’ a tutti i gusti.

    E’ uno stile meno seducente di quello proposto negli ultimi anni, che ha un vago sapore di tempi lontani. Fa pensare a Jacqueline Kennedy Onassis in vacanza a Capri negli anni’60: allora il rigato estivo era un “must”. E viene anche in mente lo stile anticonformista dei protagonisti di “Jules e Jim”, il film di Trouffault con la splendida Jeanne Moureau.

    Attenzione però a non esagerare, è sufficiente un capo rigato per volta, e occhio all’effetto: le righe tendono a evidenziare i chili di troppo. In questo caso è meglio optare, per esempio, per una giacca non troppo corta.

    Se si desidera avere un look estivo senza perdere l’effetto “cittadino”, non bisogna dimenticare che il trend della stagione sono le flip-flop e la pashmina, leggerissima, quasi impalpabile; magari rigorosamente nere, da abbinare per esempio a una maglia stretch con scollo a barchetta a righe bianche e rosse e jeans a vita bassissima.

    L’effetto sarà quello di un insieme disimpegnato e chic nello stesso tempo, adatto per aperitivi e pranzi all’aperto anche dopo il ritorno dalle ferie, nella prima metà di settembre.

    Beauty in the Sun