Made in Italy: 150 anni di moda in mostra a Esperienza Italia 150

da , il

    moda mostra italia 150

    Il Made in Italy è uno dei grandi vanti del nostro paese, uno dei motivi per cui siamo conosciuti in tutto il mondo. Soprattutto nel campo della moda e della sartorialità il Made in Italy è una vera garanzia di grande qualità sia dei materiali che delle lavorazioni, per questo motivo è divenato un vero e proprio simbolo del lusso e del bello tanto da divenire emblema, dato che attraversa tutto il paese, anche della nostra storia unitaria. In tal senso all’interno del progetto Esperienza Italia 150, l’importantissima manifestazione organizzata per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia, il Made in Italy nel mondo della moda si mette in mostra con un esposizione davvero interessante intitolata “Moda in Italia. 150 anni di eleganza”.

    Il Made in Italy e la moda sono due aspetti della società italiana che vanno da sempre a braccetto: sono legate reciprocamente da un intreccio di grande tradizione artigianale ed elevatissima qualità dei materiali che li ha resi simboli del nostro paese.

    All’interno della mostra “Moda in Italia. 150 anni di eleganza” che fa parte del cartellone di eventi di Esperienza Italia 150, analizzando attentamente il percorso e le evoluzioni della moda italiana, viene raccontato il processo che ha portato questo settore a divenire uno dei motori e dei simboli del nostro paese.

    Già qualche tempo fa vi avevamo accennato alla realizzazione di questa mostra che si terrà a partire dal prossimo mese di luglio presso le Sale delle Arti della Reggia di Venaria, ma oggi torniamo a parlarvene per sottolineare l’importanza che rappresenta per il nostro paese ciò che viene narrato dal percorso espositivo allestito.

    Gli abiti e gli oggetti esposti, infatti, raccontano un percorso che va dai primi tentativi di creare una “moda nazionale”, portati avanti a fine Ottocento, fino agli anni più recenti in cui la moda italiana e l’Italian style sono diventati un vero e proprio punto di riferimento.

    La mostra sarà aperta al pubblico fino all’11 dicembre 2011 e rappresenta un’iniziativa davvero da non perdere.