Louis Vuitton uomo primavera/estate 2011: le immagini degli abiti

da , il

    Louis Vuitton propone, per la collezione di abiti da uomo primavera/estate 2011, affascinanti fantasie orientali su camicie, pantaloni e giacche. Dopo avervi parlato della collaborazione della maison con il famoso artista e tatuatore Scott Campbell, siamo lieti di mostrarvi l’esclusivo risultato di questa sinergia. I tessuti trapuntati e gli animali dello zodiaco cinese sono interpretati in modo originale dal tatuatore tanto amato anche dalle celebrities. Particolarmente interessante è il parka Amazon, dallo stile militare e caratterizzato da una tasca in rete sul retro. Un capo davvero poco ingombrante visto che è possibile ripiegarlo completamente e riporlo in uno zaino. Una proposta esclusiva ma funzionale!

    Ispirazione militare anche per le giacche dal cappuccio a scomparsa e per il giubbotto da paracadutista. Capi che si avvalgono di una tecnica all’avanguardia “copiata” dai sistemi che vengono usati per controllare la pressione dell’aria all’interno dei paracaduti.

    I pantaloni, avendo uno stile formale ed elegante, sono adatti ad ogni circostanza. La vita stretta, le pence e le bordature in nastro dalla vita al ginocchio rendono questi capi diversi dagli altri.

    Le camicie-caftano, vengono proposte in suede ultreleggero o in damasco di seta e possono essere indossate in occasioni sportive come in quelle relativamente formali. Le camicie prettamente sportive, invece, sono caratterizzate dall’inserimento di una stampa-tatuaggio posta in corrispondenza del bicipite. Queste figure vogliono evocare gli animali dello zodiaco cinese come, tra i tanti, il cavallo di fuoco. Le maniche delle giacche e delle camicie vanno portate arrotolate per uno stile più informale.

    Una collezione uomo davvero imperdibile grazie alla collaborazione con il tatuatore Scott Campbell ma grazie anche alla qualità dei materiali e alla esclusività delle proposte della maison. Per non perdervi mai le ultime news fashion seguiteci anche su Ipad con la app gratuita di Nanopress.