Speciale Natale

London Fashion Week primavera estate 2016: i beauty trend d’Oltremanica

London Fashion Week primavera estate 2016: i beauty trend d’Oltremanica
da in Acconciature, Bellezza, London Fashion Week, Make Up, Tendenze capelli 2016, Tendenze Make Up
Ultimo aggiornamento:

    Spenti i riflettori sulla Grande Mela ecco la London Fashion Week primavera estate 2016: nella città della regina scopriamo i beauty trend d’Oltremanica che ci condurranno poi dritte dritte verso le sfilate milanesi in arrivo. Se a New York non avevamo notato grandi novità da un punto di vista della bellezza e del make up, a Londra si iniziano invece a profilare alcuni trend ben precisi della prossima stagione calda, specialmente per quanto riguarda i capelli e alcuni prodotti irrinunciabili nel trucco quotidiano. Vediamo insieme gli spunti più interessanti.

    Partiamo proprio dalla testa: wet wet e ancora wet. Ne avevamo già parlato per le sfilate che hanno fatto da preludio all’autunno inverno 2015-2016 ormai in arrivo, ne abbiamo riparlato in occasione della Fashion Week Newyorkese spring summer 2016, ed eccoci qui a farlo di nuovo. Il finish bagnato sembra davvero non volerci abbandonare, perfetto sui capelli lisci, sia quando sono sciolti, sia quando sono acconciati in un semiraccolto. Julienne Macdonald, David Koma, Molly Goddard, Zoe Jordan, questi sono solo alcuni degli stilisti che hanno scelto di portare in passerella dei look con capelli effetto bagnato.

    Anche i semiraccolti per un risultato “spettinato ad arte” sono stati piuttosto diffusi tra le passerelle londinesi: maestra del genere è Vivienne Westwood con la sua RedLabel, lo spettinato è davvero messy, e le ciocche di capelli vengono fermate con delle forcine, senza nessuna premura di nasconderle troppo.

    Sulla stessa scia anche Mother of Pearl e Temperley London: per loro, però, il semiraccolto, pur essendo spettinato, mantiene un certo rigore, la riga in mezzo, ad esempio, e la decisione di spettinare ad arte solo i ciuffi laterali. Effetto mosso e volume per il raccolto in passerella da Simone Rocha, mentre una maxi fascia anni ’60 (o ’90, dipende dai punti di vista) rende originale la semplice coda di cavallo scelta per la sfilata di Orla Kiely.

    Per quanto riguarda il make up ancora poche emozioni a dover essere sinceri: a parte gli eccessi teatrali che, come sempre caratterizzano artisti quali Gareth Pugh che ha fatto sfilare delle vere e proprie maschere o Vivienne Westwood che, con il nero, ha fatto realizzare una sorta di mascherina sfumata che circonda gli occhi e sostituisce qualsiasi smokey eyes, dobbiamo andare a cercare nelle labbra arancioni di Felder Felder o in quelle rosso fuoco di Top Shop Unique un dettaglio diverso dal solito.
    L’eyeliner è blu elettrico da Jonathan Saunders e viene applicato seguendo tutto il contorno degli occhi senza tuttavia correggerne o modificarne la forma, è nero, invece, per creare un max cat eye che allunga lo sguardo da Sibling. Il mascara è sovrano nella sfilata Daks: le modelle lo portano sulle ciglia superiori e inferiori per un effetto che ricorda i make up anni ’60 di Twiggy.

    Infine il rosa, su guance e labbra, per la maggior parte dei make up delle sfilate londinesi che risultano nude e naturali: Markus Lupfer, Orla Kiely, Temperley London, Zoe Jordan, sono solo alcuni dei nomi che hanno puntato sul rosa sulle labbra per le sfilate spring summer 2016.

    586

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AcconciatureBellezzaLondon Fashion WeekMake UpTendenze capelli 2016Tendenze Make Up

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI