Milano Moda Donna

Logo Opel: storia di una grande evoluzione

Logo Opel: storia di una grande evoluzione
da in Style in Town
Ultimo aggiornamento:

    Col passare del tempo, al cambiare di mode e tendenze, anche i loghi subiscono delle variazioni, dei rinnovamenti. Una continua evoluzione mirata alla ricerca della perfezione. È accaduto anche ad Opel, prestigiosa azienda automobilistica, che, sin dal suo esordio ha ricercato incessantemente, con passione e inventiva, di migliorare e crescere lasciando il segno. E, a proposito di segni, anche il logo Opel ha subito variazioni, dalle iniziali di Adam Opel (che però non produceva ancora automobili!!) al marchio che noi tutti oggi conosciamo.

    Tutto nasce nel 1862 quando Opel punta su uno stemma semplice e neoclassico rappresentante due lettere: la A e la O, rispettivamente Adam Opel. Il fulmine, caratteristico e noto del marchio, non era ancora stato creato. Bisognerà aspettare qualche anno per incontrare il ‘blitz’. Nel corso del 1900 il logo cambia diverse volte.

    Negli anni fra il 1910 e il 1935, infatti, su suggerimento del Granduca Hesse arriva l’Opel Eye, la forma ad occhio che sembra piacere molto ai designer.

    E’ solo nel 1936 che fa la sua comparsa il più familiare fulmine! All’inizio, il predecessore del logo come lo conosciamo noi adesso, caratterizzava solo i veicoli commerciali leggeri dell’azienda. L’anno dopo arrivò il primo prototipo del marchio che noi oggi tutti conosciamo: il cerchio con il blitz che nel giro di pochi mesi subì alcune variazioni.

    Prima fra tutte la forma ovale gialla per metà con il cerchio e il fulmine color argento, ma il 2000 (anno in cui il logo diventò il “nostro logo”) è ancora lontano! Lo stemma bicolor venne leggermente modificato nel 1950 per poi essere stravolto nel 1959 quando divenne tutto dorato. Solo con il logo dei modelli Rekord A e Kadett A, intorno al 1963, Opel si avvicina al marchio oggi noto a tutti, anche questo però modificato negli anni.

    Nero su sfondo bianco, scritta pulita e caratteri larghi. Tra la fine degli anni ’80 e l’inizio del 21esimo secolo arriviamo finalmente a una forma quasi definitiva. È con l’arrivo del modello Insignia, Car of the Year, che il gruppo Opel rafforza la sua immagine con un nuovo logo, minimal e dal design contemporaneo, che oggi compare su tutti i modelli, dai più classici, come la Corsa e l’Astra, alla nuovissima Opel Adam.

    407

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Style in Town Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27/03/2013 12:49

    Milano Moda Donna

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI