Lo shopping rivela chi sei: ecco i quattro profili

da , il

    Lo shopping rivela chi sei: ecco i quattro profili

    Lo shopping è una delle attività più frequenti che facciamo praticamente in modo automatico, senza fermarci a pensare che, in realtà, il modo con cui facciamo i nostri acquisti rivela molto della nostra personalità e del nostro stile. Ecco che una ricerca americana ci svela che esistono quattro modi diversi di fare lo shopping, che corrispondono a quattro persone diverse.

    Lo studio è stato condotto da Paul Albanese, un ricercatore della Kent State University. Lo studioso ha analizzato come si comporta chi fa acqusiti ed ha individuato quattro tipi diversi di personalità: normale, nevrotico, primitivo e psicotico. Ma analizziamole insieme.

    Un tipo “normale” è chi spende meno di quanto in realtà guadagna. “Si tratta di persone dotate di autocontrollo, moderate e prudenti, con fiducia in se stessi, e in grado di avere relazioni affettive durature”. Passiamo ai “nevrotici”: sono persone che spendono molto tempo, a volte troppo, nel fare lo shopping. E a volte comprano oggetti che non gli servono, per questo tornano spesso al negozio per cambiarli: “Queste persone spendono i soldi che hanno senza danneggiare famiglia e relazioni sociali. Sono indecisi, ambivalenti, inibiti dai sensi di colpa, tendenti alla depressione, alla dipendenza, all’ossessione o alla paranoia’”.

    L’acquirente “primitivo”, invece, è quello che fa acquisti in modo compulsivo, senza pensarci troppo su. “I soggetti in questione spendono anche i soldi che non hanno per cose di cui non hanno bisogno, nascondendo gli acquisti fatti ancora dentro il pacchetto e con

    il prezzo attaccato. Tutto ciò con effetti sulle relazioni familiari e sociali e problemi finanziari. Sono inoltre gelosi e possessivi, infantili, narcisisti o borderline”. Infine, abbiamo le persone “psicotiche”: “Capricciosi e irrazionali spendono tantissimo, anche in modo spettacolare, e hanno grossi problemi economici e legali. Hanno comportamenti sessuali inusuali, sono imprevedibili e possono essere schizofrenici”.