Lingerie di Dita von Teese, la regina del Burlesque vuole solo modelle in carne

da , il

    dita von teese modelle lingerie

    Dita von Teese dice no alle modelle tutte pelle e ossa e arruola, per la sua nuova collezione di lingerie lanciata di recente, solamente donne con un po’ di curve, perché i loro corpi sono in grado di parlare di una femminilità e di una sensualità che i modelli proposti finora dalla moda internazionale non possono esprimere. Se lo dice lei che è la regina della seduzione, dobbiamo crederle. L’ex moglie di Marilyn Manson ha così deciso di dare un’ulteriore spinta alla rivoluzione curvy portata avanti da brand come Elena Mirò, che stanno cercando di proporre nel mondo della moda dei modelli più sani e più veri!

    Dita von Teese, infatti, per il lancio della sua collezione di intimo per Target, avvenuto a Melbourne, in Australia, ha deciso di arruolare solamente modelle dalle curve generose e vere, che potessero rappresentare al meglio lo stile della sua linea di lingerie Von Follies: la stessa regina del burlesque ha affermato di aver scartato volutamente alcune modelle, perché ritenute troppo magre.

    Per me è importante trasmettere il messaggio che il corpo femminile non deve essere mortificato. La lingerie è strepitosa se indossata su un corpo morbido e femminile‘: del resto lo stile pin up prevede proprio delle curve generose, niente manichini per esaltare al meglio quei capi. ‘Le donne che cerco per i miei modelli non devono essere artefatte: né troppo rifatte, né troppo abbronzate dalle lampade insomma la mia moda è dedicata alle donne vere, naturali‘, queste le sue parole.

    dita von teese lingerie
    LaPresse

    E guardando le modelle scelte per rappresentare la nuova lingerie che Dita von Teese ha realizzato per Target Australia possiamo notare questa scelta importante della regina del Burlesque, che con i suoi capi esalta la naturale femminilità di un corpo sano che non cerca a tutti i costi una magrezza non solo innaturale ma anche dall’aspetto poco avvenente e decisamente poco salutare. Brava Dita, ci piaci anche per questo… :)