Speciale Natale

Legge a favore delle modelle curvy in Israele per combattere l’anoressia

Legge a favore delle modelle curvy in Israele per combattere l’anoressia
da in Lifestyle, Moda, Modelle, Modelle Curvy, Anoressia
Ultimo aggiornamento:

    Modelle nel backstage di una sfilata

    Si parla tanto di modelle curvy o semplicemente normali nel mondo della moda, eppure, dando un’occhiata alle sfilate e alle campagne pubblicitarie si vedono quasi esclusivamente donne filiformi, spesso a rischio della propria salute. Ma qualcosa è cambiato, per lo meno in Israele, uno stato che si è sempre dimostrato all’avanguardia nelle sue leggi decisamente avanti con i tempi. Su proposta del medico Rachel Adato è stata approvata lunedì scorso una legge anti anoressia che vieta a magazine e a quotidiani di ritoccare con Photoshop i corpi delle modelle per farli sembrare ancora più magri ed esclude le donne sottopeso dalle pubblicità.

    La nuova legge del governo israeliano è decisamente pro-curve e sembra voler porre un freno all’industria della moda, spesso accusata di proporre dei modelli estetici irreali e che possono produrre comportamenti alimentari sbagliati nelle giovanissime che si trovano davanti a campagne pubblicitarie e sfilate con protagoniste donne sempre più filiformi e, molto spesso, rese ancora più sottili da artifici grafici.

    Nel nostro paese, nonostante nessun governo abbia deciso di realizzare un disegno di legge come questo, sono davvero tante le iniziative volte a contrastare il problema dell’eccessiva magrezza delle modelle. E’ soprattutto durante il Milano Moda Donna che hanno preso forma numerosi progetti: il Comune di Milano, ad esempio, ha assoldato una piccola squadra di donne, le cosiddette “sentinelle della salute” che seguono le sfilate e si occupano di segnalare la presenza di ragazze visibilmente sottopeso e non in perfetta forma.

    Eppure, nonostante anche i direttori di magazine influenti come Anna Wintour e la nostra Franca Sozzani si siano espresse positivamente in favore delle modelle curvy, c’è ancora molto da fare. Basti pensare che, in seguito all’approvazione della legge in Israele, il fashion system locale abbia iniziato a sollevare delle perplessità: secondo alcuni addetti ai lavori, infatti, non ci sarebbe alcuna correlazione tra l’essere sottopeso e lo stato di salute anche se, questa affermazione, è abbastanza discutibile.

    Modelle nel backstage della New York Fashion Week 2012

    Tra i punti più significativi della legge c’è l’obbligo, per tutte le aziende di moda che usano Photoshop nelle loro pubblicità, di segnalare sempre quando le loro immagini sono ritoccate. Insomma, una battaglia in piena regola con uno scopo decisamente lodevole: incoraggiare nelle campagne pubblicitarie la presenza di modelle che non siano simbolo di magrezza eccessiva, e molto spesso irrealistica, ma di salute.

    Indubbiamente un esempio da seguire quello del governo israeliano che, se non risolverà globalmente il problema, è un passo avanti verso una maggior sensibilizzazione al problema dell’anoressia e dei disordini alimentari. E voi cosa ne pensate di questo provvedimento?

    537

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN LifestyleModaModelleModelle CurvyAnoressia

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI