Le 7 sfilate più belle della Milano Moda Donna settembre 2016

Si è conclusa da poco la Milano Moda Donna di settembre 2016 e di fashion show e collezioni primavera/estate ne abbiamo viste tantissime. Quali sono state le sfilate più belle? Vi sveliamo le magnifiche sette!

da , il

    Curiose di scoprire quali sono state le 7 sfilate più belle della Milano Moda Donna di settembre 2016? Questa edizione ha visto scendere in passerella tantissime maison, alcune delle quali molto attese. Ogni collezione è stata caratterizzata da un mood forte e deciso, da dettagli esclusivi ed elementi riconoscibili. Ognuna, a modo suo, ha saputo conquistarci ma tra queste abbiamo scelto le nostre preferite. Ecco a voi tutte le sfilate più belle della Milano Fashion week che vi suggeriamo di scoprire.

    Le sfumature del rosa di Aigner

    La sfilata della collezione Aigner, presentata alla Milano Fashion week, ci ha conquistate per il suo mood estremamente femminile, declinato nella tonalità che da sempre contraddistingue l’universo delle donne: il rosa. C’è più chiaro e più scuro, c’è pastello e brillante e i tessuti utilizzati sono differenti tanto che anche la stessa cromia può risultare insolita e, indubbiamente, meravigliosa. Della collezione appressiamo particolarmente i vestiti lingerie in velluto prugna, i tubini con baschina e righe mesh sottilissime ma anche i long dress con trame geometriche e quelli più eleganti, perfetti per cerimonie.

    La donna gipsy chic di Alberta Ferretti

    Se avete assistito a questa edizione della Milano Moda Donna, non potete non aver visto le creazioni dal fascino gipsy e chic di Alberta Ferretti per la primavera/estate 2017. La stilista ha saputo stupire prima con una serie di top corti e gonne metallizzati fatte di balze arricciate, poi con degli abiti mesh, in bianco e in nero, arricchiti da pizzi e lavorazioni floreali tono su tono.

    La ricercatezza del classico di Bottega Veneta

    Bottega Veneta ha compiuto 50 anni: ecco perché sulla sua passerella sono apparse alcune top model che hanno fatto la storia, come Lauren Hutton, affiancata nel finale da Gigi Hadid, e Eva Herzigova. Tre generazioni, tre bellezze, un unico stile. Quello classico e senza tempo, ricercato e mai banale. La collezione Bottega Veneta, con i suoi tailleur e trench coat, ci riporta alla normalità, al quotidiano, ad outfit portabili nei quali ci rispecchiamo. Tutte.

    Romantic-manga by Fendi

    Le tonalità fresche e delicate, le trame floreali metallizzate e una vasta gamma di accessori, che presto diventeranno must have, hanno caratterizzato la collezione manga e romantica di Fendi. L’eccentricità della linea che guarda senza dubbio a Oriente ha conquistato il parterre con il suo stile originale e imprevedibile.

    A tutto colore con Leitmotiv

    Quella di Leitmotiv è stata una sfilata piena di elementi frizzanti e brillanti. Una linea così piena di energica ed elettricità ci mancava. Belli i vestiti bicolor, le proposte con paesaggi disegnati, gli abiti con le ruches e i volant, le camicie e le gonne con piccoli patch ma anche le creazioni arricchite da trasparenze e dettagli ispirati al mondo tropicale.

    Il pastel-bucolico di Luisa Beccaria

    Che Luisa Beccaria porti in passerella creazioni dal sapore romantico e soprattutto bucolico è cosa nota. Soprattutto nelle ultime stagioni. Eppure è proprio questo suo mood, che affonda le radici nel passato, che è così bon ton e ricercato è ciò che ci conquista. Affascinante.

    Il genio retrò di Prada

    Agli anni ’50 guarda la collezione primavera/estate 2017 di Prada che è andata oltre lo stile del passato. Ogni capo di abbigliamento è stato spogliato del suo allure antico e riproposto in una chiave decisamente contemporanea. Effettivamente portabile. In passerella sfilano giacche quadrettate, strette in vita da cinture sottili, hot pants deliziosi, longuette portafoglio e creazioni arricchite da piumette leggere e svolazzanti. Da non perdere le borse, da portare rigorosamente sotto braccio.