Laura Biagiotti è morta

La stilista Laura Biagiotti è morta a Roma, presso l'ospedale Sant'Andrea intorno alle 2.47 di venerdì 26 maggio. Era stata ricoverata per un arresto cardiaco la notte precedente.

da , il

    Laura Biagiotti è morta

    Laura Biagiotti è morta all’età di 74 anni presso l’ospedale Sant’Andrea di Roma, nella notte del 26 maggio. La conferma ufficiale della morte di Laura Biagiotti è arrivata direttamente su Twitter e Instagram, dove è apparsa una foto della stilista accompagnata da un estratto del Vangelo di San Giovanni, scelto dalla figlia Lavinia Biagiotti. “Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. Nella casa del Padre mio vi sono molti posti. Se no, ve l’avrei detto. Io vado a prepararvi un posto; quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, ritornerò e vi prenderò con me, perché siate anche voi dove sono io.”

    La donna era stata ricoverata mercoledì 24 maggio intorno alle 19.30, quando ha avvertito un malore. Laura Biagiotti è stata colta da un attacco cardiaco ed è stata trasportata d’urgenza al pronto soccorso, dove è stata rianimata, e in seguito trasferita in terapia intensiva con prognosi riservata. Nonostante le cure, le sue condizioni sono apparse gravissime e, nel primo pomeriggio del 25 maggio è stato avviato l’iter per accertamento della morte cerebrale.

    Queen of Cashmere, così come l’ha ribattezzata il New York Times, dopo il ricovero, Laura Biagiotti non ce l’ha fatta. Intorno alle 2.47 della notte del 26 maggio la stilista ha esalato l’ultimo respiro. La figlia Lavinia, che si trovava a Londra al momento del malore, è tornata immediatamente nella Capitale per accertarsi delle condizioni della madre.

    La vita di Laura Biagiotti, la sua storia e soprattutto i suoi successi hanno totalmente cambiato il volto della moda Made in Italy. Insieme ai grandi dell’haute couture e del prêt-à-porter, tra cui Ottavio Missoni, Krizia, Rocco Barocco e Gianfranco Ferré, ha trasferito le sfilate da Firenze a Milano. Ha completamente lanciato lo stile italiano all’estero, presentando per prima una sfilata di ben 150 pezzi a Pechino.

    Osannata in tutto il mondo, oggi la griffe vanta tantissime linee, da quella donna all’uomo, dal bambino agli accessori, compresi i profumi. Per celebrare il suo forte legame con la Città Eterna, la stilista non poteva non battezzare uno dei suoi profumi, il più venduto del marchio, con il nome Roma Laura Biagiotti, che dopo 20 anni dal suo lancio continua ad essere uno dei best seller in profumeria.

    Addio Laura, riposa in pace.

    Lo stile di Laura Biagiotti