La tendenza per la moda uomo del prossimo inverno? Un gentleman futurista

da , il

    L’uomo che ha sfilato sulle passerelle di Milano, si delinea per dei tratti caratteristici ben precisi, che ci portano a definirlo come una sorta di gentleman futurista. Per capire meglio questa definizione non ci resta che andare a scoprire nei dettagli le proposte dei designer che hanno presentato le loro collezioni uomo per l’autunno-inverno 2012/2013.

    Le vie delle città e non solo, saranno percorse da moltissimi gentleman e ci penseranno loro ad allietare l’animo femminile, grazie a un’eleganza rigorosa, dallo stile classico reso però contemporaneo dai dettagli.

    Uno charme irresistibile nello stile del grande Gatbsy a cui si è ispirato Corneliani, facendo anche riferimento all’attesissimo film che verrà interpretato dall’altrettanto grande Leonardo Di Caprio. Un seduttore, elegantissimo, impeccabile nel suo sapore vagamente retrò che non sbaglia mai nella scelta dei suoi outfit.

    Sono molteplici le proposte in questo senso, come le interpretazioni del trench di Ermenegildo Zegna, che propone la versione classica, rivisitata in chiave più soft, arrotondando le spalle.

    Christopher Bailey fa sfilare un Burberry Prorsum con una serie di silhouettes dal taglio sartoriale unite a dettagli che fanno la differenza. Senza dimenticare gli accessori: ombrelli dal manico a forma d’ariete, levriero, borse patchwork in camoscio, coppole in tweed e velluto, veri protagonisti sulle passerelle.

    Ed anche per Tomas Maier, l’eleganza è sinonimo di un uomo urbano e moderno ma attento ai dettagli come solo gli uomini di altri tempi sapevano esserlo. Presenta la sua Bottega Veneta costruita su abiti “slim fit”, oppure lo scuro dall’effetto stropicciato appare in versione sartoriale e tinge la sera di nero.

    ZZegna, presenta un’eleganza forbita dai tagli classici e bon ton.

    Jil Sander presenta il rigore di linee decise e tagli strutturali in svariati total black, interrotti da qualche linea di colore per dare speranza al futuro.

    E anche la collezione di Salvatore Ferragamo, pensata da Massimilaino Giornetti, è dedicata agli uomini attenti al loro look, che vestono completi rigorosi per uno stile manager che si colora anch’esso di noir.

    Ed infine sono moltissime le giacche doppio petto e mono petto, sovrastate da cappotti lunghi o slim fit, e da montoni rivisitati e accompagnati da accessori di grande valore come i baschi e le borse che riprendono le stampe e i colori delle collezioni.