La protesta della Peta sbarca su Second Life

da , il

    Second Life può essere utilizzata per vivere una vita parallela. Ma anche per portare nel mondo virtuale proteste reali. Com’è il caso della Peta, l’organizzazione internazionale che dà anni lotta contro le pellicce e gli abusi sugli animali. L’associazione animalista, insieme alla stilista Stella McCartney, figlia dell’ex Beatle, ha deciso di intraprendere una campagna di sensibilizzazione su Second Life contro l’uso delle pellicce.

    La manifestazione, com’è consuetudine per l’organizzazione che lotta per i diritti degli animali, sarà assolutamente pacifica: l’appuntamento è per il prossimo 12 luglio alle ore 19, ora italiana, per un simpatico e divertente pic nic proprio su Second Life. Chi vorrà partecipare virtualmente, riceverà messaggi anti-pelliccia che dovrà poi diffondere a tutti i propri contatti. Inoltre, saranno raccolti fondi per contribuire alle varie campagne dell’associazione.

    La Peta lancia anche un concorso: inventate il miglior slogan anti-pelliccia, potrete vincere due biglietti per le sfilate di moda parigine del prossimo ottobre, uina borsa Appaloosa e un set dei prodotti Care di Stella McCartney. “A volte non guasta un pò di umorismo anche su problemi seri”. Queste le parole di Stella McCartney, ispiratrice dell’evento. L’isola della Peta rimarrà aperta fino al prossimo 29 luglio.