La classifica degli abiti entrati nel mito: da Mao Tse Tung ai Beatles

La classifica degli abiti entrati nel mito: da Mao Tse Tung ai Beatles
da in Abiti, Classifiche, Cultura, Moda
Ultimo aggiornamento:

    Ci sono degli abiti, dei vestiti e dei look che sono entrati nel nostro immaginario e che, anche a distanza di moltissimi anni dall’ultima volta che li abbiamo visti, rimangono impressi nella nostra memoria. Il quotidiano Independent ha voluto stilare una classifica dei dieci vestiti di cui tutti si ricordano. Eccoli nella nostra galleria di immagini.

    Al primo posto abbiamo la celebre giacca indossata da Mao Tse Tung, che per un periodo è stata anche un oggetto di moda. al secondo posto abbiamo il vestito indossato da Richard Gere in American Gigolò: un’icona che è rimasta impressa soprattutto nelle menti di tutte le donne del mondo.

    Terzo gradino del podio per l’abito maschile indossato da Marlene Dietrich nell’Angelo Azzurro: con quel look fece girare la testa a molti maschietti.

    Dal quarto posto in poi abbiamo l’abito bianco di Tom Wolfe, lo storico abito di flanella indossato da Winston Churchill, le giacche alla coreana (che sono tornate prepotentemente di moda) che indossarono negli anni Sessanta i Beatles .

    Al settimo posto abbiamo la giacca stretta, i pantaloni larghi e il mini cappello che hanno reso celebre Charlie Chaplin. A seguire il celebre look di Malcom X, il look di Cary Grant nel film “Intrigo Internazionale” e, infine, l’abito bianco del cantante Gram Persons, con ricami a forma di croce rossa e foglie di marijuana, ripreso poi da numerosi stilisti.

    332

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbitiClassificheCulturaModa
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI