Kitplastìc: i gioielli ecosostenibili

da , il

    La plastica si rigenera e rinasce come un gioiello, o meglio come un gioco gioiello. dalla esperienza di Sebach, l’azienda fiorentina leader nel settore del noleggio dei bagni chimici, nasce un’idea innovativa: Kitplastic, i gioielli in plastica vergine riciclata frutto degli sfridi di produzione delle cabine.

    Se a prima vista può sembrare cosa strana alla fine è solo un encomiabile modo per salvaguardare l’ambiente, tema a cui questa azienda sembra essere sensibile. Dalla enorme quantità di plastica di risulta l’idea è venuta da sè; riciclare, rigenerare e creare giielli eco-chic da indossare in qualsiasi occcasione, con una t-shirt e un paio di jeans o con un abito da sera. La parola chiave è giocare, con la moda, con il suo concetto, con le forme ma soprattutto con i materiali.

    Dalle prime forme ispirate alla segnaletica delle toilettes, la sagoma dell’uomo e della donna, fino all’ultima ricca collezione, questi accessori di Kitplastic hanno voglia di conquistare le donne. Innovativi ed eclettici si rivolgono ad una donna estroversa e ironica, capace di giocare con se stessa e con i colori ,ma anche ad una ragazza che osa mischiare i materiali e le forme della moda al motto di “gold is old”.

    Pur nella loro semplicità questi monili, talvolta arricchiti da un sottile filo prezioso, hanno vestito le modelle dell’Accademia Italiana di Firenze in occasione della sfilata di chiusura dell’anno accademico, sfoggiati su vestiti realizzati in toilet paper dagli studenti stessi. Grazie alla collaborazione con le Arti Orafe, la prestigiosa scuola di gioielleria fiorentina, sono nati i pezzi della collezione inverno 2009.

    E dato che sempre più la moda si mischia all’arte in tutte le sue forme ecco che Kitplastic ha unito il suo nome al prestigioso Festival Internazionale del Film di Roma. Il marchio fiorentino ha dato vita ad “Alice”, il portachiavi raffigurante la sagoma rossa della bambolina-logo di “Alice nella città” (la sezione giovani della kermesse capitolina) che e’ stato distribuito ai partecipanti della manifestazione.