Il marchio di moda italiano Gucci accusato di maltrattamenti ai dipendenti in Cina. La risposta del brand

Il marchio di moda italiano Gucci accusato di maltrattamenti ai dipendenti in Cina. La risposta del brand
da in Boutique, Gucci, Moda, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    moda gucci

    Accuse pesanti vengono rivolte dalla Cina al marchio di moda italiano Gucci. La griffe, infatti, è stata coinvolta in un caso davvero molto delicato, che è stato sollevato dai media cinesi, che accusavano di maltrattamento verso i dipendenti i dirigenti di un punto vendita del brand a Shenzhen. Immediatamente la maison di moda italiana ha fatto sapere di aver sostituito molti dei manager che aveva assunto in Cina per occuparsi dei suoi affari. Dirigenti che erano soliti maltrattare i dipendenti in alcune famose boutique della griffe di lusso italiana.

    Il marchio di moda Gucci, che ha sfilato con successo alle recenti passerelle di Milano Moda Donna per la primavera-estate 2012, ha dovuto correre ai ripari, dopo le rivelazioni della stampa cinese: cinque ex dipendenti del negozio di Shenzhen avevano infatti denunciato, con una lettera aperta, di aver lavorato senza essere pagati per i loro straordinari e di aver dovuto pagare di tasca loro gli oggetti che erano stati rubati da alcuni clienti.

    I dipendenti rincarano la dose, in una lettera davvero pesante, nella quale hanno rivelato di aver dovuto chiedere ai dirigenti il permesso di bere o di usare i servizi igienici.

    Ovviamente la dirigenza italiana di Gucci non è rimasta a guardare ed è subito intervenuta.

    Gucci sta monitorando con attenzione ciò che viene riportato dai media relativamente alle denunce di alcuni ex dipendenti. L’azienda non tollera e non tollererà tali presunti illeciti. Gucci ha condotto ampie e approfondite ricerche e intrapreso una serie di misure in tale direzione, tra le quali: la sostituzione del senior management e gli assistant store manager coinvolti; la creazione di una via di comunicazione diretta e confidenziale tra il senior management e i sales assistant; il rafforzamento di programmi di formazione per il personale addetto alla vendita; nonché il ribadire i propri principi in tema di welfare nei confronti dei dipendenti e del continuo miglioramento dell’ambiente di lavoro“, questo il comunicato stampa reso noto dal marchio di moda, che ha anche sottolineato che ha già assunto consulenti esterni per rivedere il suo business in Cina.

    411

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BoutiqueGucciModaPrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI