“La vedova scalza” di Salvatore Niffoi vince il premio Campiello 2006

da , il

    E’ stato assegnato a Salvatore Niffoi, per il romanzo “La vedova scalza” (Adelphi), il premio Campiello 2006. Salvatore Niffoi, autore de “La leggenda di Redenta Tiria”, “La sesta ora”, “Cristolu”, “Il postino di Piracherfa” e “Il viaggio degli inganni”, ha vinto con un romanzo ambientato in Sardegna, dove la protagonista, proprio “La vedova scalza”, che porta il nome di Mintonia Savaccu, vive i primi anni del ‘900 in un contesto arcaico e caratterizzato dall’assoluta assenza di libertà.

    Salvatore Niffoi ha battuto in finale Pietrangelo Buttafuoco con “Le uova del drago” (Mondadori), Giancarlo Marinelli con “Ti lascio il meglio di me” (Bompiani), Claudio Piersanti con “Il ritorno a casa di Enrico Metz” (Feltrinelli) e Nico Orengo con “Di viole e liquirizia” (Einaudi).

    Per quanto riguarda invece i giovani, il “Premio Campiello Giovani 2006”, riservato ai ragazzi tra i 15 e i 22 anni, è stato assegnato, a Cecilia Fabris, una diciottenne di Venezia, per il racconto “Non vi fu mai per me piacere più grande”.

    Beauty in the Sun