Ghost Rider: cresce in rete la febbre per i video di motociclisti folli

da , il

    Ghost Rider: cresce in rete la febbre per i video di motociclisti folli

    In rete cresce la febbre per i video di motociclisti che, su strade normali, compiono imprese ai limiti delle leggi fisiche e di quelle statali. Lo è stato per il filmato del motociclista di Serravalle, arrestato poco tempo dopo, e lo è per molti altri che ancora circolano in rete. Ma a far diventare tendenza questa pratica è stato un pilota dei paesi scandinavi: il suo nome non si conosce. Nei suoi video, al confine tra buonsenso e spettacolarità, si è sempre firmato con il nome d’arte di Ghost Rider.

    Questo è solamente uno dei tanti video che ritraggono le imprese di questo Ghost Rider, sempre alle prese con inseguimenti della polizia. Le situazioni, sempre molto rocambolesche, hanno fatto ipotizzare ai più maliziosi l’idea che in realtà si tratta di scene del tutto preparate. Ma il mito di Ghost Rider continua ad essere presente in rete. Anche se da qualche tempo circola la notizia che molto probabilmente sarebbe morto in seguito proprio ad un incidente motociclistico. Solo un video preparato ad arte o questo pilota è davvero così matto?

    Intanto, cercando un po’ in rete siamo venuti a conoscenza del fatto che, oltre ai video del vero pilota di Ghost Rider, che si possono guardare su Youtube, esistono anche dei fumetti e un film di prossima uscita. La mania per le imprese motociclistiche continua in rete.