Free Tibet: il giubbotto di Belstaff dedicato alla protesta dei monaci tibetani

da , il

    Free Tibet: il giubbotto di Belstaff dedicato alla protesta dei monaci tibetani

    La dura repressione della protesta dei monaci buddisti in Tibet, ad opera del governo cinese, ha lasciato tutto il mondo esterrefatto. Molte sono state le iniziative volte a sostenere il popolo tibetano nella sua lotta, finora sempre molto pacifica, grazie alla guida del Dalai Lama, per un Tibet libero. E anche la moda ha deciso di intervenire con azioni chiare. Come Belstaff, che ha messo in vendita una serie di giacche dedicate alla protesta dei monaci.

    Free Tibet è proprio il nome che il brand ha dato a questa collezione che è composta da sei diverse giacche, che riprendono i motivi orientali cari alla cultura tibetana e cinese e che riporta anche il simbolo del Tibet libero, diventato ormai celebre in tutto il mondo. Il ricavato delle vendite verrà poi devoluto alla Dalai Lama Foundation, la fondazione voluta dallo stesso capo spirituale del popolo tibetano. Le giacche Free Tibet saranno in vendita presso tutti i negozi Belstaff.

    E non è la prima volta che Belstaff sposa delle cause umanitarie: l’anno scorso supportò “Not On Our Watch“, un’associazione fondata da George Clooney, Brad Pitt e Matt Damon per svegliare le coscienze sul dramma del Darfur.

    Beauty in the Sun