NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Franca Sozzani è morta: la vita e i successi del direttore di Vogue Italia [FOTO]

Franca Sozzani è morta: la vita e i successi del direttore di Vogue Italia [FOTO]
da in News, Vip Style
Ultimo aggiornamento:

    Franca Sozzani è morta, dopo una lunga vita di successi nel mondo della moda, a capo di Vogue Italia, del quale è stata il direttore. Si è spenta nella sua casa di Milano all’età di 66 anni. La “pantera della moda”, come amava definirsi lei stessa, è morta a causa di un cancro: Franca Sozzani era malata da oltre un anno.

    Nacque a Mantova, il 20 gennaio 1950 e, al contrario di suo figlio, non frequentò i jet set sin da bambina. Il padre fu un ingegnere della Fiat, e sua madre una casalinga. Cosa c’entra la moda? Ben poco, almeno all’inizio. Non frequentò accademie e nemmeno corsi per imparare a disegnare un abito o una scarpa, bensì si laureò in Lettere e Filosofia alla Cattolica di Milano, con tesi in filologia germanica. Poco tempo dopo, a soli 22 anni, si sposò e dopo tre mesi mise fine a quella storia. Nel frattempo restò incinta e nel 1982 nacque il suo unico figlio: Francesco Carrozzini. Intanto, decise anche che, a differenza delle sue coetanee, doveva lavorare. Trovò un impiego da Vogue, dove iniziò il suo lavoro nella sezione Bambini. Da qui, l’ascesa.

    Una donna che non aveva nulla a che fare con la moda, d’un tratto ne fu completamente ricoperta. Lo stile, l’eleganza, le tendenze: tutte passavano per le mani e il lavoro di Franca Sozzani. Eppure, lei, soprattutto inizialmente, aveva un’immagine del fashion system ben diverso. Non le piacevano i giornali che mostravano le donne tutte uguali, vestite in tailleur o con cappottini bon ton. Capì sin da subito che la sua moda doveva uscire fuori dagli schemi e lanciare chiari messaggi.

    I was a New entry in Vogue's World …some decades ago!!!! @vogueitalia @voguebambini #longtimeago #noteasy #newlife

    Una foto pubblicata da francasozzani1 (@francasozzani1) in data:

    Quando nel 1988 arrivò la promozione a Vogue Italia, per la quale divenne direttrice, le cose cambiarono drasticamente, tanto che rischiò il licenziamento più di una volta. Le sue idee erano considerate troppo lontane dalla classica linea editoriale di Vogue eppure, in breve tempo, le sue campagne pubblicitarie così piene di messaggi e forti furono copiate anche da altri giornali. Franca Sozzani fu un vero e proprio esempio. Ecco perché la sua poltrona non vacillò più, anzi le restò ben incollata. Inoltre, nel 1994 divenne anche la direttrice editoriale della casa editrice Condé Nast Italia.

    Su Franca Sozzani è stato girato un film, anzi una pellicola documentario, nella quale i grandi nomi del fashion system raccontano la storia e la vita della direttrice bionda. Franca.

    Chaos and Creation è l’opera prima di Francesco Carrozzini, figlio di Franca Sozzani, che ha presentato il suo lavoro al festival del cinema di Venezia 2016. Il fotografo, ora anche regista, ci ha offerto una visione del tutto nuova della madre, una parte molto intima e umana che prima di allora non ci era mai stata rivelata.

    My favourite photo…ever!!!! Myself and my son few decades ago!#love #son #life #enjoythelife #friendship #sun #sea #youth

    Una foto pubblicata da francasozzani1 (@francasozzani1) in data:

    Ecco come Vogue omaggia la direttrice Franca Sozzani, alla guida del magazine per 28 anni:

    Una foto pubblicata da Vogue Italia (@vogueitalia) in data:

    Di Franca Sozzani ricorderemo la dolcezza di mamma, lo stile e l’intuizione nello scoprire nuovi talenti. Ciao, direttrice, riposa in pace.

    Anna Wintour  Franca Sozzani

    Non tutti sanno che quando Franca Sozzani diventò direttrice di Vogue Italia, dall’altra parte del mondo, in America, ad Anna Wintour venne affidato lo stesso ruolo per il magazine statunitense. Franca e Anna hanno iniziato insieme e si sono spalleggiate a vicenda, prima in silenzio, poi apertamente.

    Anna Wintour, poco dopo la notizia della morte di Franca Sozzani, ha scritto qualche riga di ricordo sul giornale che dirige: “Franca e io abbiamo iniziato la nostra carriera più o meno nello stesso periodo, ma non è stato immediata la nostra vicinanza, quando capitava di vedersi in qualche club esclusivo, dove tutti gli editor di Vogue sono migliori amici. Per i primi anni, in realtà ci siamo studiate, in silenzio. A poco, a poco, stagione dopo stagione, Franca e io abbiamo stretto un rapporto di amicizia, che sono così felice e onorata di aver mantenuto per 30 anni”.

    Non solo parole di commiato, ma una vera e propria lettera a un’amica sincera. Una dichiarazione di affetto.

    “Dopo che si è ammalata, ho iniziato a farle visita nella sua casa di Milano. La sua mente e il suo spirito sono rimasti inalterati. Quel giorno abbiamo discusso di tanti argomenti sotto il sole, dalla caduta di Matteo Renzi, passando al suo straordinario lavoro con le donne del Ghana. Abbiamo volato insieme a Londra, dove Franca ha ricevuto un riconoscimento. Era determinata a essere lì di persona”.

    Lo scorso novembre, infatti, Franca Sozzani, in occasione dei British Awards 2016, ha ricevuto lo Swarovski Award for Positive Change, un premio molto importante, dato alle persone che promuovono il benessere degli altri e cercano di cambiare le cose, migliorandole.

    Anna Wintour inoltre rivela che Franca Sozzani, in privato, era una persona dolce e divertente, al contrario di quanto potesse sembrare esternamente, a chi non la conosceva. Di lei ha sempre ammirato l’impegno e la costanza nel lavoro, la forza con la quale riusciva a realizzare delle cose uniche in modo impeccabile.

    2252

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsVip Style
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI