Festival di Venezia 2017: i look più brutti

Ci sono stati diversi look brutti al Festival di Venezia 2017: scollature esagerate e spacchi provocanti non hanno giovato ad alcune star sul red carpet. Ecco quali sono state le peggio vestite del Festival del Cinema di Venezia 2017.

da , il

    Al Festival di Venezia 2017 ci sono anche dei look brutti che non sono passati affatto inosservati. Purtroppo non tutte le star sono apparse al top in questa edizione della Mostra cinematografica italiana e Stylosophy ha scelto le peggiori sul red carpet. C’è chi ha sbagliato stile, chi ha optato per creazioni troppo insolite, tante hanno scelto scollature e spacchi esagerati e c’è anche chi ha preferito beauty look tutt’altro che adeguati. Siete curiose? Scopriamo quali sono i look più brutti del Festival del Cinema di Venezia 2017.

    Alessandra Mastronardi in Alberta Ferretti

    Abito in satin viola intenso di Alberta Ferretti e lunga collana retrò style per l’attrice Alessandra Mastronardi. Il vestito è certamente molto semplice, nonostante il colore inaspettato, ma non è quello ciò che ci disturba. È l’acconciatura. Quanti anni ha Alessandra Mastronardi? Se vi siete posti questa domanda sappiate che l’attrice ha 31 anni, solamente 31 anni, il che dunque non spiega questo tentativo di trasformarsi in una nonnina. Omaggio a Sophia Loren? Qualunque cosa fosse, cara Alessandra, questo beauty look non ti ha giovato per niente.

    Ana Brenda Contreras in Attico

    Che gli anni ’80 di tanto in tanto ritornano lo sappiamo bene ma a volte è bene non dare corda a questi trend. Avrebbe dovuto fare lo stesso Ana Brenda Contreras che si è presentata sul red carpet del Festival del Cinema di Venezia 2017 con un abito rosso dalla forma insolita di Attico. Peccato per lei.

    Emma Marrone in N°21

    Emma Marrone in abito N°21 a Venezia non ha convinto per niente. La cantante salentina non è riuscita a conquistare la sufficienza per colpa di un abito un po’ troppo fasciato sul seno, di scarpe totalmente inadeguate e un’acconciatura un po’ piatta. Ci aspettavamo molto ma molto di più…

    Isabeli Fontana in Alberta Ferretti

    Isabeli Fontana è senza dubbio una splendida modella ma questa moda di stare sempre in mutande sul red carpet deve finire. Nonostante l’abito di Alberta Ferretti, dei sandali ricercati e una bellezza mozzafiato ci ritroviamo a bocciare completamente la Fontana.

    Romina Pierdomenico in Matteo Evandro

    Il rimando al Festival di Venezia 2016 è troppo chiaro e facendo una piccola ricerca ci siamo accorte che l’abito di Romina Pierdomenico è firmato Matteo Evandro. Vi dice niente questo nome? Si tratta dello stesso stilista che lo scorso anno si è presentato accanto a Dayane Mello e Giulia Salemi. Le due ragazze hanno indossato le sue creazioni e hanno dato scandalo. Sebbene questa volta ci sia ben poco da scandalizzarsi, il vestito della Pierdomenico è quel che è: volgare.

    Tina Kunakey in Giorgio Armani

    L’abito effetto struzzo di Giorgio Armani può anche passare ma perché Tina Kunakey ha scelto questa acconciatura? Lo ammettiamo, ci è stato difficile riconoscerla e senza tutti quei ricci e quei sorrisi ammalianti. Perché ha smorzato la sua naturale ed effervescente bellezza? L’errore sta tutto lì, nel beauty look che l’ha penalizzata parecchio. Peccato.