Milano Moda Donna

Festival di Cannes 2015, i look peggiori delle star

Festival di Cannes 2015, i look peggiori delle star
da in Festival Di Cannes 2016, Look Star, Red Carpet, Vip Style
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20/05/2015 11:00

    Cannes, Cerimonia di inaugurazione e prima del film 'La Tete Haute'

    Al Festival di Cannes 2015, purtroppo, dobbiamo assistere anche ai look peggiori delle star. Sebbene siano abiti sublimi, creazioni che in passerella ci hanno fatto battere il cuore, se indossati in malo modo o abbinati ad accessori sbagliati, rischiano di non sembrare proprio il massimo e far apparire la celebrities in questione decisamente unchic. Ovviamente, ci sono anche vestiti da red carpet molto difficili da indossare, come questo che vedete nell’immagine, un look che ci ha letteralmente lasciati senza parole. Anzi no, una ce l’abbiamo: divano! Sì, sembra proprio una vecchia fodera di un divano, qualcosa di assolutamente too much anche per l’attrice cinese Viann Zhang. E questo è solo l’inizio nonché la prima serata del festival di Cannes 2015. Scoprite insieme a noi quali sono gli altri look delle star da vedere, criticare e (provare a) dimenticare!

    Jane Seymour look

    Sulla scia del vestito di Viann Zhang non possiamo fare a meno di guardare questo abito scelto da Jane Seymour e chiederci ossessivamente ‘cosa le è passato per la testa?’. È qualcosa di già visto ma molto, moltissimo tempo fa. Il fatto che l’abbiano reso asimmetrico non lo rende poi così moderno e questi colori, questi pastello che fanno tanto dipinto fiammingo, non rendono giustizia a nessuno. Prima di tutto, ai nostri occhi.

    Noémie Lenoir in Chloé

    Che bella tenda! Ah no, che bel prendisole? Ah no, dicono dalla regia che sia un abito… ma davvero?! Ebbene sì, è un vestito Chloé di un giallo brillante che non potrebbe passare inosservato neanche se chiudessimo gli occhi. Informe, ci viene da dire, e lo è ancor di più considerando che Noémie Lenoir è in dolce attesa. Eppure, dopo i tanti look premaman di Blake Lively & Co avrebbe potuto davvero fare di meglio su un red carpet importante come quello di Cannes!

    Elena Lenina look

    Again! Se durante la prima serata del Festival di Cannes 2015 non l’abbiamo avvistata, nella seconda Elena Lenina non poteva assolutamente mancare. Cosa vogliamo criticare? Da cosa vogliamo partire? L’abito? Un vestito da sposa con corpetto tattoo che non sta per niente bene con le sue forme, rendendola decisamente volgare. Le ali di piume à la Victoria’s Secret angels? Per carità, nemmeno poi così originali. Gli orecchini e la clutch? Bypassiamo ma vogliamo dire qualcosa di quei capelli con frisé tutti attorcigliati che nemmeno Marge Simpson avrebbe osato tanto? D’accordo, lo ammettiamo, almeno la signora è coerente!

    Liya Kebede in Proenza Schouler

    Ecco, questo prova che anche se sei una modella, molto affermata per giunta, non puoi indossare proprio tutto quello che ti passa per la testa. Cosa si è messa? Si tratta di un vestito di Proenza Schouler, decisamente molto difficile da indossare ma anche troppo particolare, anzi assolutamente sperimentale. Le aperture, i tagli, i materiali, i colori… non va, proprio no.

    Eva Longoria in Gabriela Cadena

    L’attrice ama sfilare sul red carpet di Cannes con abiti a sirena con strascico. Oramai è cosa nota, ma è davvero sempre una scelta vincente? In effetti, con questo look grigio perla con trasparenze sui fianchi, lavorazioni floreali ed elementi brillanti sulle maniche non è che ci abbia convinto poi molto la nostra cara Eva Longoria. E anche il trucco è molto forte, troppo per questo vestito. Insomma, Eva, cambia stile!

    Kristian Bazan in Blumarine

    Lo sappiamo, i jumpsuit dress sono una delle tendenze di questa stagione ma stanno davvero bene a tutte? Sono realmente adatte a tutte le occasioni? In questo caso il look di Kristian Bazan è da bocciare. Totalmente. Il colore e i grafismi rendono la silhouette della signoria decisamente più tozza, piuttosto goffa e la cintura più che esaltare il punto vita ci sembra spezzare il tutto. Pessimi anche i pantaloni che restano un po’ così, campati in aria. Probabilmente fossero stati scampanati e lunghi fino ai tacchi avrebbero regalato otticamente qualche centimetro di slancio in più.

    Megan Gale in Kaufmanfranco

    No, dai, davvero? Da una modella non ci aspettiamo grossi errori anche perché solitamente ognuna riesce ad esaltare al meglio i vestiti delle maison, anche i più particolari. E invece no, con questo abito grigio e nero l’australiana Megan Gale sembra tutta infagottata, anche un po’ vecchia signora che perde in femminilità.

    Paris Hilton in Yousef Aljasmi

    Ora, lo ammettiamo, con qualsiasi cosa indossi noi Paris non riusciamo proprio a promuoverla. È nel suo stile, nel suo portamento, nel suo essere che c’è qualcosa che non va e che poi la porta a preferire questa tipologia di abiti: super aderenti, super brillanti e stranamente questa volta poco super trasparenti.

    Sonam Kapoor in Elie Saab Couture

    Ora, c’è chi adora questo look e chi lo odia. Noi ci schieriamo sul secondo fronte e vi chiediamo: Sonam non ha un pochetto esagerato? D’accordo, l’effetto struzzo va tantissimo in questo periodo ma ne basta un tocco, un elemento, un dettaglio. Questo trionfo di piumette, che per qualche motivo richiamano anche il colore del viso (e speriamo sia solo un effetto dei tantissimi flash), non le dona ma, probabilmente, non avrebbe donato a nessuna!

    1243

    Milano Moda Donna